Coldiretti Marche al debutto alla storia Fiera di San Settimio

2' di lettura 20/09/2019 - km0, cultura, fattorie didattiche e show cooking in piazza Colocci e piazza Ghislieri

Giochi per bambini in fattoria, i consigli degli agrichef per immortali e succulenti piatti della tradizione. La prima volta di Campagna Amica e Coldiretti alla Fiera di San Settimio di Jesi sarà una festa di colori e sapori che si svilupperà, nei tre giorni di festa (23, 24 e 25 settembre), tra piazza Colocci e piazza Ghislieri.
Un programma molto articolato tra il mercato di Campagna Amica, con la vendita diretta dei prodotti del territorio, dal campo alla tavola, e attività ludiche e ricreative per tutte le età.
“Siamo felici di poter inaugurare in questa edizione una nuova presenza del nostro mercato all'interno di una Fiera così distintiva – commenta Maria Letizia Gardoni, presidente di Coldiretti Marche - Un impegno che ripeteremo per continuare a far conoscere ai cittadini e alle amministrazioni comunali del nostro territorio il lavoro di conoscenza e di educazione che la Fondazione Campagna Amica conduce da 11 anni”.

Alla ventina di aziende agricole che fanno la vendita diretta dei loro prodotti è stato riservato il salotto della città federiciana. Piazza Colocci, fresca di restyling, aprirà dalle 9 alle 24 alla possibilità di conoscere e degustare tanti prodotti del territorio: vino e distillati, vino di visciola e prodotti a base di visciola, miele, ortaggi e creme di ortaggio, frutta, olio extravergine di oliva, prodotti a base di lavanda, pane, legumi, gallette, farine, formaggio, confetture e marmellate.
Tutto cibo sano, genuino e a km0.

Tanti eventi, invece, in piazza Ghisleri in compagnia degli agrichef Giovanni Togni e Cristina Cerioni alle prese con showcooking per valorizzare prodotti e ricette. Non mancheranno degustazioni guidate e, per i più piccoli, l’area delle fattorie didattiche con tanti giochi creati utilizzando materiali di riciclo, per imparare divertendosi.

Durante la tre giorni, sotto i gazebo della Coldiretti, si potrà inoltre firmare la petizione Eat Original! Unmask your food, la raccolta firme dei cittadini europei con la quale si intende chiedere alla Commissione Ue una legge che renda obbligatoria l’indicazione di origine nelle etichette di tutto il cibo in commercio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-09-2019 alle 23:41 sul giornale del 21 settembre 2019 - 691 letture

In questo articolo si parla di attualità, coldiretti, coldiretti marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/baPC





logoEV