Monte Roberto: l'amministrazione comunale replica alla minoranza

Monte Roberto 4' di lettura 22/09/2019 - Leggere il comunicato della minoranza “Insieme per Monte Roberto” non solo ci fa riflettere su quanto non riescano proprio a digerire la sconfitta elettorale, in particolare l’ex sindaco Giampaoletti che sembra ancora fermo a 3 mesi fa, ma ci costringe a chiarire le bugie contenute.

D’altronde siamo abituati alle loro bugie e omissioni…solo aver scongiurato la realizzazione dell’impianto di trattamento dei rifiuti, che oggi vaga per la Vallesina cercando qualche altro sindaco che incautamente e senza informare nessuno si proponga, vale 5 anni di buona amministrazione.

Unione dei Comuni. Come indicato in campagna elettorale, a seguito di valutazioni approfondite e partecipate in assemblea pubblica a tutta la cittadinanza abbiamo deciso di sciogliere una nano inutile Unione, dannosa per Monte Roberto. La Prefettura, interessata più volte in tutto l’iter, NON ha mai scritto nulla. Pertanto, la frase “è dovuta intervenire la Prefettura a richiamare l’Amministrazione di Monte Roberto e a mettere ordine” non solo è FALSA, ma irrispettosa per le Istituzioni.

Servizio Polizia Locale. A breve formalizzeremo la convenzione per il servizio, nella considerazione che la Polizia Locale creata con l’Unione Castelbellino e Monte Roberto era del tutto insoddisfacente, per carenza di ogni tipo di dotazione, priva di qualsiasi linea guida, ma d’altronde se un ex sindaco non sa nemmeno la differenza tra corpo di Polizia Locale e servizio, lui li chiama ancora vigili, cosa ci si poteva aspettare.

Scuola Media. Tutti i disagi che stiamo vivendo e tutti i costi che stiamo affrontando sono esclusivamente conseguenza delle decisioni scellerate prese dall’ex Sindaco Giampaoletti che, affidando tutto all’Unione, ha perso completamente il controllo di quanto accadeva sul territorio e sulle infrastrutture di Monte Roberto. Ad Aprile sapeva cosa stava accadendo, ma si è ben guardato di informare la cittadinanza (eravamo in campagna elettorale); noi abbiamo preso coscienza della problematica solamente a giugno, ad elezioni concluse.

In questa emergenza, causata dalla inadeguatezza dell’ex Sindaco Giampaoletti, abbiamo trovato, con grandissima fatica ed impegno quotidiano, la soluzione migliore per la quale non smetteremo mai di ringraziare tutta la comunità di Maiolati Spontini. Impegno, fatica e preoccupazioni quotidiane che viviamo anche per il progetto di ricostruzione sul quale ci siamo subito messi al lavoro come del resto su altri progetti di investimento per i quali stiamo curando l’acceso a vari bandi pubblici. Negli ultimi 5 anni, invece, l’ex sindaco Giampaoletti è riuscito nell’ardua impresa di NON ottenere 1€ di finanziamenti, mentre Castelbellino gioiva per i suoi risultati. Ma del resto, una unione gestita e controllata totalmente dagli amministratori di Castelbellino poteva piacere solo a Giampaoletti, unico sindaco nella storia di Monte Roberto che poteva pensare ad una svendita totale del nostro splendido castello. Inadeguatezza, incapacità e ignoranza che stiamo riscontrando su tutte le criticità presenti come ad esempio la frana di Monte Roberto. Ma, del resto, Giampaoletti, che aveva tenuto per sé la delega ai lavori pubblici si sentiva così esperto e preparato per affrontare, grazie ai suoi anni di studi musicali, anche argomenti complessi di ingegneria e geologia. Ovviamente non potevano che emergere pessimi risultati. La squadra e le sue competenze diversificate sono fondamentali per la riuscita di una amministrazione.

Villa Salvati. Semplicemente il Comune non ha alcun potere decisionale. Modificare artatamente la realtà per criticare l’Amministrazione NON è né utile né opportuno in questa delicata fase che coinvolge tanti Enti Pubblici, fase che ci vede, anche qui, costantemente impegnati ed attenti.
Non capiamo, inoltre, la frase “non si tratta nemmeno di dare colpe all’Amministrazione precedente (patologia tutta italiana di cui evidentemente anche il nostro attuale Sindaco soffre)”. Forse, per questa frase, vale il detto latino “excusatio non petita, accusatio manifesta”.

Abbiamo provato, negli ultimi consigli comunali, come nelle assemblee pubbliche (2 in appena 2 mesi) ad instaurare un clima distensivo, evitando polemiche, ma, evidentemente, la minoranza di Monte Roberto, all’apparente tranquillità in sede consiliare, nasconde il desiderio di avvelenare il clima e l’incapacità di accettare la sconfitta elettorale. Suggeriamo a Giampaoletti che, nonostante l'uso abnorme che ne è stato fatto da un po' di tempo a questa parte, il MAALOX, in farmacia è ancora presente. In sintesi, nonostante una emergenza storica mai vissuta dalla nostra comunità come quella di trovarsi da un giorno all’altro senza la nostra scuola media, nei nostri primi 100 giorni abbiamo già realizzato parte dei nostri punti prioritari di programma, come ad esempio la recente adozione definitiva della variante al piano regolatore, ferma da anni, anche qui per l’inadeguatezza dell’ex Sindaco che ha fatto perdere 3 anni per i suoi errori amministrativi causa grave conflitto di interessi. Continueremo ad organizzare assemblee pubbliche, ad informare i cittadini confidando nella partecipazione, nella collaborazione e nella curiosità, con impegno e dedizione, superando le critiche inutili e false, ma ascoltando con interesse quelle costruttive ed intelligenti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-09-2019 alle 22:47 sul giornale del 23 settembre 2019 - 1870 letture

In questo articolo si parla di attualità, monte roberto, comune di monte roberto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/baR4





logoEV