Jesi in Rima: "Soldo de cacio"

1' di lettura 12/10/2019 - Alcuni detti Jesini sono fantastici. La nostra poetessa Marinella Cimarelli ce ne ricorda uno in particolare, oggi in disuso, come d'altronde tanti altri, di cui restano a conoscenza oramai soltanto alcune generazioni.

Me dighi ndo' vai

Soldo de Cacio?"

Se dicea a 'n cristia'

che 'n contava gnente,

de solido racchio

e 'n po' impertinente

c'avea sempre torto

ma volea comanna'!

"E chi te da retta,

ma bada a gi...'"

Era i commenti

de la gente attorno,

svejo de notte,

'ndurmido de giorno,

'l volei manna' via

ma lu' rmanea li'.

La ragio' 'n ce l'avea

allora sgaggiava,

je parea che urlanno

destava scalpore,

ma dopo ave' fatto

tanto rumore

era peggio de prima

non se fermava.

Troppo carini sti' soprannomi,

tutti studiadi pe' canzona',

ade' li ripasso

e ce scrivo la rima

eppo' ve ne pubbligo

a volontà!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-10-2019 alle 18:17 sul giornale del 14 ottobre 2019 - 3949 letture

In questo articolo si parla di attualità, poesie

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbA9

Leggi gli altri articoli della rubrica Jesi in rima





logoEV