Castelbellino: Uniti per Castelbellino chiede la cittadinanza onoraria per la Senatrice Liliana Segre

liliana segre 3' di lettura 16/11/2019 - Il gruppo di maggioranza del Comune di Castelbellino ha depositato una richiesta in comune avente per oggetto "Richiesta di conferimento della cittadinanza onoraria alla Senatrice Liliana Segre".

I sottoscritti consiglieri comunali Raffaele Aquilanti, Rossano Basili, Salvatore Costanzo, Giuliano Gasparini, Sergio Montesi, Rosita Pirani e Maria Paola Rango del Gruppo Consigliare “Uniti per Castelbellino”,

-Visti gli episodi di violenza xenofoba sempre più frequenti, vedi ad esempio gli incendi al Caffè letterario antifascista di Centocelle o i cori razzisti contro il calciatore Balotelli;

-Considerato che tali episodi, che costituiscono un attacco al cuore dei valori del nostro ordinamento, godono spesso di un velo di compiacenza e indifferenza anche da parte di chi, per il ruolo e la posizione pubblica che ricoprono, dovrebbero combatterli;

-Visto in particolare ciò che sta accadendo alla Senatrice Liliana Segre, sopravvissuta alla deportazione nel campo di sterminio di Auschwitz, che è costretta a muoversi sotto scorta armata a causa delle continue minacce ricevute sui social network, ma non solo, basti pensare allo striscione appeso dai neofascisti di Forza Nuova a Milano poco prima dell’inizio dell’incontro con gli studenti del Municipio 6;

-Considerato che questa condizione si traduce in una limitazione della libertà di una persona che, per età anagrafica e percorso di vita, dovrebbe essere tutelata e salvaguardata dall’apprezzamento, dall’affetto, dalla riconoscenza e dalla gratitudine di tutti noi; -Preoccupati e indignati per l’astensione in Senato dei Senatori del Centro Destra nella votazione per istituire la Commissione Segre contro odio, razzismo e antisemitismo, Commissione proposta dalla stessa Senatrice a vita, passata con 151 voti a favore e 98 astenuti;

-Consapevoli che la mancata presa di posizione rispetto a tutto questo si traduce in una accondiscendenza benevola o implicita verso gli atti di violenza e minaccia che destabilizzano i valori fondanti della Democrazia; -Nel ringraziare la senatrice Segre per l’esempio che dà in questo momento storico, quale testimone vivente delle atrocità delle ideologie del fascismo e del nazismo,

CHIEDONO Al Sindaco e alla Giunta Comunale di avviare la procedura per il conferimento della cittadinanza onoraria del Comune di Castelbellino alla Senatrice Liliana Segre in base all’articolo 2 lettere a) e c) del Regolamento Comunale per la concessione della cittadinanza onoraria e delle civiche benemerite, approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 5 del 22/01/2014, con le seguenti motivazioni:

- Per avere dato voce a circa quarantamila italiani vittime delle leggi razziali, a cui fu disconosciuta la condizione naturale di essere umani, colpevoli soltanto di essere nati, privati dei più elementari diritti, sottoposti a quella dura persecuzione che produsse la Shoah italiana, il cui esito fu la negazione della libertà personale, della dignità del corpo e dell’anima e infine della vita stessa;

- Per l’impegno che ha profuso nell’educazione morale e civile delle giovani generazioni, in considerazione del valore etico della sua testimonianza, sempre finalizzata ad un agire responsabile e “senza odio”; riconoscendo il valore della memoria come leva fondamentale per “mantenere vivo il ricordo del passato” e per ribadire l’avversione contro ogni potere totalitario, a prescindere da qualunque ideologia.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-11-2019 alle 22:12 sul giornale del 18 novembre 2019 - 1251 letture

In questo articolo si parla di attualità, liliana segre, Uniti per Castelbellino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcTQ