Stop MES, Arrigoni (Lega): "Sabato e domenica in piazza nelle Marche per smascherare le bugie del Governo"

1' di lettura 06/12/2019 - 100 gazebo per coprire tra sabato e domenica tutte e cinque le province. Anche nelle Marche la Lega torna nelle piazze e lo fa per avvertire i cittadini dei pericoli del MES, attualmente in discussione in Europa.

“È importante – afferma il Senatore Paolo Arrigoni, responsabile della Lega Marche – che i cittadini vengano informati sulla sciagurata riforma del Meccanismo Europeo di Stabilità (MES), che rappresenta per il nostro paese un’ulteriore perdita di sovranità economica e finanziaria”.

“È estremamente grave che il Governo abbia avallato clausole capestro per l’Italia senza informare preventivamente il Parlamento, il premier Conte si è guardato bene dallo spiegare agli italiani che la riforma del MES incorpora quanto di peggio la politica economica europea ci ha imposto negli ultimi dieci anni: austerità, destabilizzazione bancaria con il bail-in e commissariamento dei paesi, come l’Italia, con un alto debito pubblico”, continua Arrigoni. “La Lega, con i suoi straordinari militanti, è però pronta a smascherarlo, dando anche ai marchigiani la possibilità di firmare una petizione per dire no al Governo, al PD e al M5S: i partiti dell’inciucio che hanno tradito gli italiani”.

“In una manciata di giorni, con grande determinazione, abbiamo risposto alla chiamata di Matteo Salvini e siamo riusciti a coprire capillarmente il territorio delle Marche per consentire ai cittadini di poter dare la propria opinione su un tema così importante”, conclude il responsabile della Lega Marche.

Appuntamento dunque nei 100 gazebo della Lega allestiti in oltre 60 comuni marchigiani.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-12-2019 alle 17:58 sul giornale del 07 dicembre 2019 - 944 letture

In questo articolo si parla di politica, marche, lega nord marche, lega nord

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdKM





logoEV