Jesi: il Carotti ospita le Zebre per una grande sfida del rugby internazionale

3' di lettura 14/01/2020 - L'attenzione di tutto il mondo ovale a Jesi per la partita delle Zebre, ad aprile appuntamento imperdibile al Carotti, lo stesso giorno di Jesi-Imola. L'appuntamento rientra nelle iniziative promosse dal Rugby Jesi 70 per festeggiare i 50 anni del club.

Durante la conferenza stampa del 14 gennaio, presso il Palazzo della Regione, è stato svelato l'avversario che a primavera scenderà in campo contro le Zebre, in una partita del campionato guinness Pro14 allo stadio Carotti, i Southern Kings, squadra sudafricana. Si rafforza il legale con il prestigioso club parmense, che coordina una franchigia federale di oltre 30 club tra cui spicca proprio quello jesino, unico nelle Marche. Il presidente del Rugby Jesi 70 Luca Faccenda e l'amministratore delle Zebre Andrea Dalledonne hanno rivelato i dettagli dell'evento.

Il presidente regionale della FIR, Maurizio Longhi, ricorda come "sia la strada giusta per portare alla ribalta il territorio, tantissime telefonate da altre regioni mi sono arrivate per informazioni sull'evento. Ha già un alto richiamo". "Un anniversario importante, 50 anni di una realtà che per Jesi è molto forte, dove si fa sport con la"S" maiuscola. I comuni riescono solo a facilitare le iniziative, ma il successo è tutto del club", così il sindaco di Jesi Massimo Bacci, che ricorda il primo grande successo di due anni fa del 6 Nazioni Femminile. "I ragazzi hanno bisogno di esempi importanti, e queste iniziative non possono che essere di supporto affinché i ragazzi seguano certe tracce".

È il secondo grande evento in regione, e così il presidente Luca Ceriscioli ha ribadito: “Sarà una bella giornata di sport, il rugby torna protagonista nelle Marche dopo l’evento internazionale dello scorso agosto a San Benedetto del Tronto. Noi crediamo da sempre che lo sport sia uno strumento privilegiato per raccontare le bellezza di una terra e un moltiplicatore di valore. Lo sport genera empatia, la stessa che ha trasmesso Vincenzo Nibali negli spot pubblicitari andati in onda recentemente e noi siamo vicini alle iniziative che in qualche modo aggiungono valore al nostro territorio e lo fanno conoscere. Abbiamo investito molto negli impianti sportivi, siamo la regione che promuove più di altre la pratica sportiva fin dalle scuole elementari, siamo adesso la regione della bici e del turismo lento e vogliamo essere anche la regione della palla ovale perché significa anche proiettarsi in una dimensione internazionale di maggiore visibilità.”

Lonely Planet ha scelto la regione Marche come regione da visitare nel 2020, un'altra bella soddisfazione.

Il capitano della Seniores Nicola Pulita esprime tutto il suo "orgoglio per poter giocare dinanzi alla città, una iniziativa che fa onore a tutto il club ed alla squadra". Il match di serie B che vedrà Jesi affrontare Imola si giocherà alle 13.30, alle ore 16 scenderanno in campo le Zebre. Presente anche il capitano Tommaso Castello.

Dietro le Zebre c'è una grande organizzazione, come a Jesi, dove sono circa 60 i volontari a supporto delle inziative del club.

Qualche anticipazione: sarà allestito un rugby village, con la possibilità di assaggiare i prodotti del territorio, il viale Cavallotti sarà una zona pedonale dove i visitatori potranno respirare il mondo del rugby, a contatto con i grandi campioni, durante il terzo tempo. "Non solo gente allo stadio, ma un'atmosfera unica e coinvolgente, dove i grandi campioni non sono così inarrivabili come in altri sport, ma al termine del match si intrattengono col pubblico e coi tifosi", parola del presidente Faccenda.

Intanto, sono già aperte le vendite on line dei biglietti per assistere al match. Prezzi che variano da 5 a 25 euro.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it







Questo è un articolo pubblicato il 14-01-2020 alle 15:25 sul giornale del 15 gennaio 2020 - 559 letture

In questo articolo si parla di sport, jesi, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/be2z