Calcio: Jesina, non basta l’impegno, al Carotti passa anche la capolista Notaresco

3' di lettura 19/01/2020 - Seconda sconfitta interna consecutiva e la Jesina sprofonda sempre più in classifica, ormai fanalino di coda solitario.

Niente da dire sul piano dell’impegno, la squadra ha provato a giocarsela, soccombendo anche stasera, come una settimana fa, per episodi contrari, nel breve spazio dei pochi minuti tra 3’ e 10’ del primo tempo, un rigore non concesso ai padroni di casa e una rete incassata per un errore del portiere.

Per il resto la squadra ha provato a giocarsela, uscendo dal campo con la consapevolezza di avere speso tutta l’energia a disposizione, ma non è servito a nulla, tanto più di fronte alla capolista e su un campo diventato impossibile.

Chissà per quale motivo la società aveva deciso di indire la giornata del Leoncello: forse confidava su un numero consistente di tifosi abruzzesi, che in realtà si sono limitati a poche decine, decisamente pochi per una squadra in testa alla classifica. Spalti semi deserti anche nei settori riservati al pubblico di casa, con alcuni striscioni di disappunto aperti per protesta.

La Jesina è partita bene, dimostrando di capire il suo difficile momento e l’importanza del match: al 3’ il primo dei due episodi-chiave. Nepi si insinua nelle maglie difensive ospiti, ma al momento di andare al tiro entra a contatto con Salvatori, finendo a terra in piena area. Il signor Villa fa cenno di proseguire, commettendo probabilmente l’unico errore della sua direzione di gara.

Sette minuti dopo (10’) il secondo episodio: Il problema è che al primo assalto il Notaresco passa in vantaggio, palla sui piedi dell’ex Frulla, che lascia partire un tiro da una trentina di metri, che diventa pericoloso solo per un errore di valutazione di Boccanera, che si fa ingannare dal rimbalzo della sfera. 0-1.

La Jesina si rimbocca le maniche e non smette di giocare. Al 19’ gran tiro al volo di Selvaggio, vola Scotti a salvare la propria porta.

Ancora Jesina pericolosa al 25’, grazie a una conclusione di Villanova che, al contrario, trova ancora Scotti preparato.

A inizio ripresa Trillini toglie dal campo un acciaccato Errico, toccato duro dagli avversari in un paio di occasioni, al suo posto Cruz Pereira che però non riuscirà mai ad essere pericoloso.

Al 7’ gran botta di Villanova a fil di palo, salva Scotto in angolo.

Al 22’ ancora un pericolo per la squadra ospite sul cross rasoterra di Villanova che taglia tutta l’area di rigore ospite, difesa fuori causa, ma ben 3 giocatori di casa non arrivano alla deviazione.

La Jesina è costretta ad arrendersi al 37’, quando Romano si inerisce in profondità, con la difesa in quel momento sguarnita. Cross per Gaetani, che di testa raddoppia. 0-2.

L’ultimo ad arrendersi è Villanova, ma il suo rasoterra, al 45’ viene ribattuto da Scotti.

JESINA-NOTARESCO 0-2

Jesina: Boccanera, De Lucia, Maggioli, Nacciarriti (41’st Ricci), Marini, Perna (41’ st Oproiescu), Selvaggio (26’ st Ciurlanit), Errico (1’ st Cruz Pereira), Barchiesi (30’ st Garbuglia), Villanova, Nepi. All.: Trillini

Notaresco: Scotti, Di Stefano, Ghiani, Blando, Salvatori, Gallo, Stivaletta (20’st Mele), Frulla, Romano, Cancelli, Liguori. All.: Vagnoni.

Arbitro: Villa di Rimini

Reti: 10’ pr Frulla, 7’ st Di Stefano, 18’st Gallo, 28’ st Barchiesi, 39’ st Mele

Ammoniti: 34’ Perna, 37’ st Gaetani

Calci d’angolo: 6-4

Spettatori: 400 circa






Questo è un articolo pubblicato il 19-01-2020 alle 17:39 sul giornale del 20 gennaio 2020 - 2010 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo, giancarlo esposto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfdU





logoEV