Ritiro deleghe all’assessora Lenti, Comitato Coppetella: "Occasione di svolta per la partecipazione democratica"

1' di lettura 21/01/2020 - Il comitato Coppetella intende fare una sua riflessione sulla vicenda dell'assessora Lenti, riflessione che è diversa da quella di uno dei suoi membri, Emanuel Santoni, che ha parlato a titolo esclusivamente personale.

Pur esprimendo solidarietà all’ormai ex Assessora Lenti, nonché consigliera eletta con il maggior numero di preferenze, la quale ha subito la decisione presa dal Sindaco senza alcun apparente valido motivo, non possiamo che sottolineare il sostanziale fallimento di politiche in materia di partecipazione di questa amministrazione.

Con il cambio al vertice dell’assessore responsabile della promozione della partecipazione attiva democratica, ormai ridotta ai minimi termini nella politica jesina, ci auspichiamo un forte segnale di discontinuità a partire dal ruolo dei comitati di quartiere. Questi ultimi infatti sin dall’inizio, sono sempre stati utilizzati come canale di informazione e mai come strumento di vera partecipazione della cittadinanza alla vita politica e amministrativa della città. Per partecipazione attiva intendiamo infatti la capacità dei cittadini di auto-organizzarsi esercitando poteri e responsabilità allo scopo di contribuire alla cura e allo sviluppo dei beni comuni. In nome della democrazia rappresentativa spesso i poteri vengono relegati in mano alle istituzioni; ai cittadini invece non rimane altro che lamentarsi, protestare, premere e molto spesso subire ma mai esercitare i propri diritti e poteri.

E’ giunto il momento di aprire una discussione vera a riguardo perché “Libertà è partecipazione”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-01-2020 alle 09:24 sul giornale del 22 gennaio 2020 - 1536 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, comunicato stampa, Comitato Coppetella

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfhq





logoEV