Maiolati: M5S "Svolta a destra, anzi no"

2' di lettura 22/01/2020 - È difficile trovare una soluzione di continuità con il passato. Gli attuali amministratori, catapultati inaspettatamente al governo del nostro Comune, stanno ripercorrendo pari pari le tappe programmatiche della passata amministrazione.

In verità noi sospettavamo che la lista “Insieme per i cittadini” avesse avuto dei contatti prima delle elezioni per fare una lista unica tra destra e sinistra, pur di battere il M5S… e in qualche modo i fatti ci stanno dando ragione: la mega palestra e l’impianto di trattamento dei rifiuti da spazzamento stradale in discarica erano, come afferma la stessa amministrazione Consoli, indirizzi politici già sviluppati dall’ex sindaco Domizioli. Con la candidatura di Maiolati inoltre si cercherà di tappare i buchi di bilancio con un palliativo come l’impianto di rifiuti di spazzamento, che sta all’economia circolare come il raccattapalle sta alla squadra di calcio, e per il quale abbiamo già espresso la nostra contrarietà in tutte le sedi istituzionali in base a motivazioni sia tecniche che politiche (vincoli PPAR, necessità impianto di riciclaggio spinto). Tutto questo in mancanza di un vero progetto che coinvolga in maniera organica qualità della vita, benessere, occupazione e futuro. Eppure negli incontri della campagna elettorale ci era stato detto che l’attuale amministrazione era una squadra unita che aveva già sviluppato un “piano industriale” in grado financo di salvare Sogenus Spa oltre che il Comune, ma in fondo c’era poco da aspettarsi: il piano industriale a quanto pare è l’impianto di spazzamento e tutto questo ci era stato detto da chi nella squadra unita non ci sta più!

PS. Che la candidatura di Maiolati per l’impianto di spazzamento fosse nell’aria era prevedibile dopo quanto emerso dalle commissioni ambiente di ottobre, quindi non ci meraviglia l’indirizzo politico intrapreso. Quello che sorprende è che la modalità con cui è stata presentata la candidatura (lettera inviata all’ATA) ricalchino esattamente quelle intraprese dal sindaco di Castelplanio Fabio Badiali, che per questo è stato criticato giustamente da mezza Vallesina. Non ci saremmo aspettati il passaggio in Consiglio Comunale (troppo democratico) ma quanto meno un passaggio in Giunta: sono questi gli unici atti rappresentativi degli indirizzi politici di un Comune, non le lettere. Ad ogni modo dato che lo spirito di condivisione, almeno con i comitati civici (che ancora non sanno se sono d’accordo o contrari all’impianto), alberga nell’amministrazione Consoli, ci aspettiamo a breve l’indizione di un’assemblea pubblica in cui il sindaco spiegherà alla nostra comunità i dettagli di questo progetto…






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-01-2020 alle 17:20 sul giornale del 23 gennaio 2020 - 1392 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di maiolati spontini, Maiolati Spontini, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfmV





logoEV