Civitanova: Civitanova, la piccola Riccione delle Marche

2' di lettura 24/01/2020 - Civitanova Marche negli ultimi anni è diventata il regno della Movida e, la notte di Capodanno, ha fatto registrare il tutto esaurito. Segnali positivi di una piccola cittadina al passo coi tempi. Cosa è accaduto negli ultimi anni? Come è cambiata Civitanova Marche, diventata fulcro del divertimento nel cuore di questa regione?

La posizione strategica di certo aiuta e a dare una svolta è sicuramente l’apertura della statale 77 della Val di Chienti che collega in pochissimo tempo le Marche all’Umbria. Le spiagge si sono riempite nel periodo estivo dove sono nati alcuni locali che hanno fatto registrare numeri impressionanti e ospiti che hanno portato con sé la voglia di investire in attività ricettive, in particolare grazie alla diversificazione; le attività commerciali si sono spostate invece nella zona Commerciale, un mix di componenti che hanno reso Civitanova Marche sempre più attrattiva.

Ma ciò che fa di questa cittadina è sicuramente la particolarità di avere il mare e allo stesso tempo poter raggiungere le montagne in un batter d’occhio. Negli ultimi anni i comuni stanno investendo sempre più sullo sviluppo del turismo, in particolare, dopo lo spopolamento dovuto all’apertura del colosso commerciale Civitanova centro si difende attraverso varie iniziative che nel periodo Natalizio hanno visto amministrazione e commercianti unirsi per incentivare il commercio che, da sempre si sa, è l’anima del paese.

Molti sono i progetti in cantiere dallo spostamento della stazione ferroviaria, alla creazione del nuovo polo commerciale all’uscita della superstrada, ai lavori di ampliamento per i parcheggi del lungomare nord. Tutte iniziative che vengono viste con scetticismo da una parte della cittadinanza che vive le difficoltà quotidiane dell’aumento del traffico ma che chi investe economicamente in questa cittadina trova assolutamente necessarie.

Compito dunque dell’amministrazione sarà per i prossimi anni sicuramente far camminare di pari passo il cambiamento con le esigenze di chi questa città la vive da sempre, in particolare un’attenzione alla soluzione dei problemi del traffico, e l’annoso problema del passaggio a livello in via Carducci che spesso rimane bloccato e che nelle ore di punta crea non pochi disagi alla cittadinanza. Il volto di Civitanova dunque sta cambiando ma la sensazione sembra essere nel complesso positiva, tanto da poter pensare a Civitanova Marche come a una piccola Riccione nel cuore delle Marche.






Questo è un articolo pubblicato il 24-01-2020 alle 12:18 sul giornale del 25 gennaio 2020 - 668 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, Maurizio Lodico, Meri Desideri





logoEV