Ancona Jazz, presentata la stagione invernale-primaverile: 15 grandi concerti tra Ancona, Jesi e Chiaravalle

3' di lettura 29/01/2020 - Un'intensa stagione invernale e primaverile attende il pubblico di Ancona Jazz, con 15 concerti, tra Jesi, Chiaravalle e Ancona, e oltre 60 musicisti che si alterneranno sui palchi all'insegna della grande musica jazz.

Presentata venerdì mattina al Wine Not la stagione invernale-primaverile all'insegna della grande musica internazionale. Presenti l'assessore alla cultura del Comune di Ancona, Paolo Marasca, Giancarlo Di Napoli e Massimo Tarabelli dell'associazione Spaziomusica. Marasca: “Il Comune di Ancona è sempre più vicino ad Ancona Jazz, siamo felici del lavoro straordinario dell'associazione, la qualità è indiscutibile e questo permette una crescita progressiva. Ad Ancona, dal punto di vista culturale, abbiamo operatori che sono tra i massimi esperti dei settori in cui da anni lavorano”.

Due gli appuntamenti previsti al Teatro Il Piccolo di Jesi (30 gennaio e 27 febbraio) con la bella voce di Emilia Zamuner e quella di Marta Giulioni. L'Auditorium della Mole Vanvitelliana ospiterà invece tre appuntamenti, il 31 gennaio sarà la volta del talentuoso quintetto del contrabbassista Riccardo Del Fra, il 17 marzo si esibirà il Rosario Giuliani Quartet, mentre il 17 aprile saliranno sul palco tre grandi del jazz, Steve Kuhn, Steve Swallow e Billy Drummond. Anche il Wine Not ospiterà una piacevole cena-concerto, il 5 febbraio, con protagonista l'apprezzabile Erin Bode Trio. Il Ridotto delle Muse si riconferma luogo del jazz ad Ancona con la Tower Jazz Composers Orchestra il 25 febbraio e il 21 marzo con Vincent Herring e Piero Odorici Quintet in Charlie Parker Special Collaboration.

Torna per la seconda stagione anche l'appuntamento Saudade do Brasil al Teatro Valle di Chiaravalle, organizzato in collaborazione con il Comune di Chiaravalle: il 7 marzo si ascolteranno la voce e la chitarra di Joyce Moreno, il 29 marzo saranno Choro De Rua e Barbara Casini a regalare una coinvolgente serata di musica e il 19 aprile gli spettatori potranno ascoltare il pianoforte di Stefania Tallini e la suggestiva armonica a bocca di Grabriel Grossi. Non può mancare la collaborazione con l'azienda Aion di Moroder: appuntamento nella sala della cena, davanti al camino, il 12 marzo con lo Sherman Irby & MM Trio, il 5 aprile con il Gianni Cazzola Italian Standard Trio con Sophia Tomelleri e il 29 aprile con il New York Motion feat. Brian Charette.

Prosegue anche la collaborazione con la FORM e con l'Università Politecnica delle Marche per l'organizzazione di un importante evento che verrà presentato congiuntamente. Il tradizionale festival estivo, che nel 2020 giunge alla diciassettesima edizione, si terrà ad Ancona dal 29 giugno al 18 luglio con concerti in esclusiva, una mostra fotografica, presentazioni di libri, incontri con autori e personaggi del mondo del jazz, film dedicati ai due importanti musicisti a cui saranno dedicate giornate speciali, Dexter Gordon, per il quale sarà presente la vedova, e Charlie Parker, di cui ricorrono, nel 2020, i 100 anni dalla nascita.

Un festival che si preannuncia quanto mai eterogeneo, con diversi stili di jazz, dagli albori alle avanguardie. La stagione di musica di Ancona Jazz è possibile grazie allo storico sostegno economico da parte del Comune di Ancona, Regione Marche e Mibac, e anche grazie al contributo erogato tramite Art Bonus del Gruppo Zaffiro e dall'Azienda Agricola Moroder e al sostegno del Comune di Chiaravalle. Ancona Jazz è membro della rete regionale Marche Jazz Network, nazionale I-Jazz ed europea Europe Jazz Network.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-01-2020 alle 17:12 sul giornale del 30 gennaio 2020 - 813 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, Ancona Jazz, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfFw