Jesi: Ancora persone in giro senza motivo, 24 denunce

1' di lettura 30/03/2020 - Niente urgenze, motivi di lavoro, salute o necessità, sia a piedi sia in bicicletta, fermati in varie zone della città dalla polizia locale.

Continuano costanti i controlli della Polizia Locale per controllare che le disposizioni previste dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sulla prevenzione al Coronavirus vengano rispettate.
Da quando vi è il divieto di uscire dalla propria abitazione, le pattuglie della Polizia Locale hanno controllato complessivamente 257 persone, prevalentemente a piedi o in bicicletta tra centro storico e parchi, 24 delle quali sanzionate per non avere avuto una giustificazione valida legata a motivi di lavoro, urgenza o stato di necessità.

Allo stesso tempo sono stati sottoposti a ispezione 43 esercizi commerciali, due dei quali risultati non in regola: per i rispettivi titolari è scattata la segnalazione alla Prefettura.

Sono diverse pattuglie giornaliere organizzate dalla Polizia Locale nell’intero territorio comunale: controlli alla circolazione stradale, dei parchi che ricordiamo, sono off limits, e al rispetto degli obblighi previsti per le attività produttive e pubblici esercizi.
La stessa Polizia Locale invita i cittadini "alla massima collaborazione affinché si adottino comportamenti coerenti rispetto alle disposizioni del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, ricordando che la prima e principale regola è quella di restare a casa". L’attività motoria e le passeggiate sono consentite solamente nei pressi della propria abitazione.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 30-03-2020 alle 13:43 sul giornale del 31 marzo 2020 - 268 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/biGq





logoEV