Chiaravalle: PD, la segreteria del partito riunita in videoconferenza

3' di lettura 31/03/2020 - Si è riunita lunedì sera, per la prima volta in modalita’ telematica, la Segreteria del Partito Democratico di Chiaravalle, allo scopo di discutere la situazione attuale (locale e nazionale) e riflettere su come contribuire allo sforzo collettivo per limitare l’epidemia di Covid-19, di concerto con le istituzioni preposte.

In primo luogo, il nostro circolo vuole incoraggiare e ringraziare tutti quanti stanno operando in questo difficile frangente: coloro che lavorano nel settore sanitario e nei servizi essenziali, e quanti - pur nell’isolamento - lavorano da casa o si recano nei posti di lavoro per i quali è impossibile operare a distanza. Il Governo sta intervenendo attivamente per permettere al Paese di affrontare questa drammatica fase, e potrà farlo solo con la collaborazione di tutti. Richiamiamo l’intera cittadinanza a rispettare i decreti e i comportamenti da questi auspicati, ricordando che la misura estrema del confinamento potrà essere superata solo se realmente rispettata, nell’ottica di salvaguardare la salute di tutti, a costo de sacrifici personali.
Ci aspettano mesi difficili, nei quali al superamento della crisi sanitaria si affiancherà la necessità di dare nuovamente fiato ad un’economia che presentava difficoltà già prima di questa emergenza, anche nel nostro territorio.
Sono già concrete le prime azioni per sostenere i lavoratori dipendenti marchigiani: da oggi 31/03 è possibile presentare domanda per la cassa integrazione in deroga. Uno strumento che riguarda ben 66 mila persone, impegnando 33,1 milioni di risorse messe a disposizione di chi è impiegato in unità che hanno dovuto sospendere la produzione a causa dell’emergenza sanitaria.
Si tratta di soldi che verranno versati direttamente sui conti correnti dei lavoratori, con le prime liquidazioni che avranno luogo già prima della metà di Aprile. Per i comuni italiani, inoltre, in prima battuta sono stati stanziati 4,3 miliardi di euro per il fondo di solidarietà e 400milioni per l’approvigionamento dei generi alimentari.
Dunque, 9,35 milioni alle Marche e per Marchigiani sono le prime risposte urgenti dal Governo: di questi 85mila euro sono stati destinati a Chiaravalle per una prima risposta a fronte delle difficoltà delle famiglie.

Il nostro partito intende contribuire - così come stanno già facendo la Caritas, altre associazioni del territorio e singoli cittadini - aderendo all’iniziativa promossa dalla protezione civile e dalle amministrazioni comunali “dona la spesa”, ovvero donazioni presso punti vendita locali di generi alimentari che si possono conservare Un’ulteriore riflessione andrà fatta per quanto riguarda il tema del divario digitale , per quanto riguarda i servizi online ai cittadini e soprattutto per i bambini e adolescenti che si trovano (e verosimilmente si troveranno ancora per diverso tempo) nella condizione di fruire della didattica digitale.

Non tutte le famiglie (e in certi casi, non tutti i docenti) hanno gli strumenti digitali adeguati, e non tutte le aree del nostro territorio hanno le medesime condizioni nell’accesso ad internet, con la conseguenza che la formazione dei giovani rischia di non poter essere realmente pubblica. Per questo motivo, è opportuno che a livello nazionale e regionale si studino interventi in tal senso. Il Partito Democratico si mette a disposizione delle istituzioni e dei cittadini, facendo la propria parte in questa impegnativa sfida, fuori da ogni calcolo politico o rivendicazione di bandiera.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-03-2020 alle 17:54 sul giornale del 01 aprile 2020 - 325 letture

In questo articolo si parla di chiaravalle, politica, partito democratico, pd, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.uno/biML





logoEV