L'AICU ha raccolto 30mila euro per l'ospedale "Carlo Urbani"

Carlo Urbani 1' di lettura 17/04/2020 - Si è chiusa con la somma di 30.000 euro l’iniziativa di raccolta fondi organizzata a favore dell’ospedale di Jesi dall’Associazione Italiana Carlo Urbani Onlus.

Entro maggio, grazie alla cifra raccolta, saranno donati e istallati nel nosocomio jesino due letti bariatrici da terapia intensiva per pazienti obesi con sollevamento motorizzato fino a 400 kilogrammi.

L’Associazione – dichiara il presidente Aicu Tommaso Urbani – ha voluto manifestare, in questa situazione di emergenza, il proprio supporto alla comunità medica e al personale sanitario dell’ospedale Carlo Urbani impegnato, ogni giorno in prima linea, a fronteggiare l’epidemia. A tutti loro va il nostro riconoscimento. Colgo l'occasione per ringraziare le molte realtà locali e i tantissimi privati che, uniti in un obiettivo comune, hanno contribuito al risultato in linea con una delle finalità costitutive dell'Associazione; garantire l'accesso alle cure e alla salute per tutti”.

Saranno inoltre distribuite, tramite il Comune di Castelplanio e la Caritas, 400 mascherine con filtro lavabili e riutilizzabili frutto di un ulteriore donazione materiale da parte dell’azienda Antoraf.

Nei giorni scorsi, nello stesso contesto territoriale, l’Aicu ha donato 30 saturimetri ai medici dell’Unità Speciale di Continuità Assistenziale istituita a Jesi e in Vallesina, ciò permette un più esteso controllo a domicilio delle condizioni sanitarie dei soggetti Covid positivi o sospetti Covid e il monitoraggio costante delle loro condizioni di salute.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-04-2020 alle 15:31 sul giornale del 18 aprile 2020 - 550 letture

In questo articolo si parla di attualità, associazione italiana carlo urbani onlus, carlo urbani, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bjON





logoEV