Il nome della Croce Rossa usato per vendere sanificazioni e dispositivi di protezione, la diffida di Bravi

1' di lettura 24/06/2020 - La segnalazione arriva dalla Croce Rossa, il cui presidente si è visto costretto a manifestare la propria diffida contro chiunque cerchi di utilizzare il nome e il simbolo della Croce Rossa per scopi illeciti.

Il Dott. Francesco Bravi, Presidente della Croce Rossa Italiana Comitato di Jesi, comunica di non aver autorizzato né persone fisiche né aziende a offrire a nome dell’Associazione il servizio a pagamento di sanificazione di ambienti e dispositivi di protezione personale e diffida chiunque a utilizzare il nome e il simbolo della CROCE ROSSA per operazioni illecite.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-06-2020 alle 23:03 sul giornale del 25 giugno 2020 - 735 letture

In questo articolo si parla di attualità, cri, Cri Jesi, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/boR6





logoEV