La Biblioteca del Consiglio accoglie il fondo "Jacques Maritain e le Marche"

2' di lettura 13/07/2020 - La Biblioteca del Consiglio regionale si arricchisce di un nuovo, prestigioso fondo librario, “Jacques Maritain e le Marche”. La nuova sala dedicata al filosofo francese è stata inaugurata lunedì a Palazzo delle Marche, dopo un complesso lavoro di catalogazione avviato lo scorso autunno.

Nato grazie alla donazione del professor Giancarlo Galeazzi, il fondo contiene 2256 volumi, a cui si aggiungono documenti, fotografie e alcuni ritratti del pensatore scomparso nel 1973.

«Questa iniziativa - ha sostenuto il Presidente del Consiglio regionale Antonio Mastrovincenzo - è rappresentativa di una parte rilevante della storia culturale delle Marche e di una consistente parte della sua intellettualità, che si è esercitata nei vari campi della riflessione e dell'azione, dell'insegnamento e del fare».

Il Fondo consente di ricostruire l'influenza che il pensiero di Maritain ha avuto in molti protagonisti della vita culturale e politica della regione, amministratori, accademici e scrittori. Tra questi il giornalista e critico letterario Valerio Volpini, i cui libri, grazie alla donazione della famiglia, presente al taglio del nastro la figlia Grazia Maria, hanno ulteriormente arricchito la sezione.

«Il Fondo che oggi inauguriamo e per il quale ringrazio i donatori - aggiunge il Presidente - dovrà essere, come la nostra Biblioteca, un luogo vivo e di riflessione. Cultura e politica devono tornare a darsi la mano e anche iniziative come questa possono dare un contributo».

Il professor Galeazzi, autore del volume "Il pensiero di Jacques Maritain. Il filosofo e le Marche", edito nella collana Quaderni del Consiglio, ha descritto il ruolo che il pensatore francese, da lui definito «filosofo cristiano della democrazia», ha avuto nella formazione e nelle scelte di impegno sociale e cristiano, stimolando la nascita di numerose istituzioni.

Sono stati ricordati il circolo culturale "Maritain" di Fano, fondato dallo stesso Volpini, consigliere regionale dal 1970 al 1975, e quello di Ancona di Alfredo Trifogli, sindaco del capoluogo di regione. Alla presentazione del Fondo sono intervenuti il professor Antonio Pieretti(Università degli Studi di Perugia), con la relazione “Jacques Maritain e gli umanismi contemporanei”, e lo storico Massimo Papini (Istituto internazionale Jacques Maritain), che ha ricordato la figura del fratello, Roberto Papini, e il contesto politico e storico in cui si svolse alla fine del 1973 ad Ancona il Convegno internazionale di studi su Maritain.

La nuova acquisizione si aggiunge ai due fondi speciali “Enzo Santarelli” e “Luciano Barca”, rafforzando la peculiarità della Biblioteca “Walter Tulli” dell'Assemblea legislativa, custode di collezioni librarie uniche, biblioteche appartenute ad autori, spesso arricchite di pagine inedite.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-07-2020 alle 16:01 sul giornale del 14 luglio 2020 - 222 letture

In questo articolo si parla di cultura, marche, Assemblea legislativa delle Marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bqw9





logoEV