“Musica Præcentio” XXVIII edizione: tra heritage e futuro

Raffaello Sanzio, Madonna col Bambino e San Giovannino 2' di lettura 14/08/2020 - 15 agosto 2020 ore 9,45 – Chiesa di S. Giovanni Battista – Jesi: solo attorno a protagonisti straordinari si può costruire un evento musicale come quello dedicato all’Assunta e a Raffaello Sanzio, a lungo definito come “Il pittore divino”.

Per celebrare degnamente un’occasione così significativa (il quinto centenario della morte del grandissimo Urbinate, una le meraviglie dello “Stivale” che pose la figura mariana al centro di tanta sua produzione artistica sacra), ecco un piccolo “diario di bordo” musicale per un viaggio culturale verso una storia lontana nel tempo, ma sempre carica di significati a noi vicini.

La feconda collaborazione tra l’Assessorato alla Cultura del Comune di Jesi, il CSV Marche, la Ditta Mattoli, Mons. Attilio Pastori e Don Claudio Procicchiani, ci permetterà di ascoltare un palinsesto musicale di grande prestigio internazionale, coadiuvato dalla laptop music che affiancherà le variegate sonorità dell’organo di Carlo Vegezzi-Bossi (Torino, 1887), posto in controfacciata.

Con questo quarto appuntamento estivo, la nostra proposta musicale offre due inedite composizioni del M° Mariella Martelli: “Stilla maris” e “Souvenir de voyage”. Se l’obiettivo è la connessione tra passato e futuro, il brano intitolato “Stilla maris” ha la precedenza: si tratta di un omaggio alla Madonna e alle numerose composizioni gregoriane a Lei dedicate, qui riproposte come un omaggio in stile contemporaneo.

Per rimanere sempre “connessi”, ecco la seconda composizione (“Souvenir de voyage”) dove la melodia pura è al centro del ricordo di un viaggio etico nel “giardino dei ricordi”: emozionale, vivace, frizzante, delicato, un archivio materico e cromatico fatto di accordi, note in velocità e una sinfonia di clusters in continua mutazione.

Le nostre proposte musicali estive hanno sempre avuto una doppia valenza: coniugare le esigenze di un’esecuzione filologicamente corretta a quelle di una fruizione culturale e fideistica smart.

I plus? L’energia positiva in punta di dita, la creatività del Made in Italy, le contaminazioni di genere e una varietà musicale che rifuggono dalla prevedibile monotonia della quotidianità, anche grazie alla freschezza di un umorismo pulito.

L’armonia, l’equilibrio, la sperimentazione applicata alla forma, alle strutture e alle sonorità di tutto il palinsensto musicale proposto rappresentano la firma inconfondibile delle creazioni degli Autori coevi a Raffaello, brani perfetti per un ascolto placé.

Le voci recitanti del Coro “Cardinal Petrucci” di Jesi, rette da Stefano Marinelli, metteranno in relazione le diverse Sacre Scritture con la grande Musica sacra. Vogliamo estrarre dal nostro repertorio “cose nuove e cose antiche” da far gustare a tutti: ecco l’invito all’ascolto pensato per noi, per la Bellezza e per l’immaginazione senza le quali non c’è futuro. Vi attendiamo!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-08-2020 alle 16:31 sul giornale del 17 agosto 2020 - 224 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/btpK





logoEV