Quantcast

Antolini, candidato di “Dipende da noi”: "Il cinema per promuovere il territorio e creare lavoro"

3' di lettura 17/09/2020 - Il candidato al consiglio regionale per la lista “Dipende da noi” nella provincia di Ancona Andrea Antolini avanza l’idea di una proposta di legge regionale per il cinema.

Regista e produttore cinematografico, oltre che insegnante precario ed educatore per una cooperativa sociale, pensa ad una iniziativa regionale in materia di cinema come un’opportunità di lavoro per centinaia di professionisti e come un’occasione di promozione anche turistica del nostro territorio.

Uno degli ambiti, nel quadro delle politiche culturali che la lista «Dipende da noi» intende portare avanti, è quello del cinema, un settore che purtroppo subisce le conseguenze negative anche della chiusura di decine di sale, nelle Marche, negli ultimi mesi. Una regione, la nostra, che vanta maestranze e professionalità di livello nazionale ma che ha difficoltà ad esprimerle e a trasformarle in valore, con ricadute positive per l’intero sistema-regione.

Ecco allora l’idea, che Antolini intende portare avanti. «Il progetto è quello di portare avanti un tavolo, che già è stato costituito, con professionisti e maestranze che lavorano nel mondo del cinema. L’obiettivo è creare una sinergia fra tutte le figure presenti nelle Marche. Una delle idee sulla quale si sta lavorando è di scrivere una legge regionale sul cinema che garantisca, come succede in Emilia Romagna per esempio, due bandi annuali con fondi stanziati regolarmente. Questo permetterebbe a tutto il comparto produttivo regionale di lavorare con più serenità e prospettive. Considerando che negli ultimi dieci anni i bandi usciti si possono contare sulle dita di una mano, sarebbe un passo in avanti straordinario».

Gli attori del tavolo dovrebbero essere, insieme con la Regione Marche, film commotion, associazioni di categoria, gruppi spontanei di autori e professionisti, esercenti piccoli o grandi che siano, organizzatori di eventi e manifestazioni che promuovono il cinema. «Parliamo di un circuito – sottolinea Antolini – che se stimolato può portare i piccoli artigiani e gli autori, che al momento lavorano nella nostra regione, a creare più consapevolezza e maggiore forza produttiva per competere con il mercato nazionale ed internazionale, attirando buyer anche dall’esterno dalla regione che porterebbero i denari necessari a produrre e a far nascere nelle Marche una piccola industria cinematografica basata sulla sinergia di tutti gli attori coinvolti. I buyer di cui parlo sono imprenditori e imprese medio grandi che hanno l’attitudine e l’abitudine ad investire nel cinema perché sanno che c’è un ritorno economico certo, diretto, grazie al tax credit, e ce n’è uno potenziale che è legato agli utili che il film avrà».

«Per avere utili occorre una distribuzione e se per primi vengono stimolati ed aiutati gli esercenti delle sale presenti nel nostro territorio, le pellicole potranno avere un maggiore successo di pubblico nel locale, rientrando così degli investimenti fatti. Sulla scorta del successo nei circuiti regionali, verrebbe stimolata anche la distribuzione nazionale nelle sale ma anche, ormai di fondamentale importanza per questo settore, nelle piattaforme streaming come Netflix, Amazon o Prime Video. La nostra regione finora è stata sfruttata più come location quando invece ci sono professionalità di altissimo valore che lavorano su set internazionali. Dante Ferretti ne è uno degli esempi più illustri ma parliamo anche di tecnici e capireparto, oltre ovviamente ad autori, sceneggiatori, scenografi, registi, direttori della fotografia, attori, parrucchieri, sarti, truccatori. Una lunga serie di maestranze e di lavoratori dell’indotto per cui una legge sul cinema rappresenterebbe un’importante occasione di lavoro”.






Questo è uno spazio elettorale autogestito pubblicato il 17-09-2020 alle 19:10 sul giornale del 18 settembre 2020 - 349 letture

In questo articolo si parla di politica, spazio elettorale autogestito, dipende da noi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bwmu





logoEV