Identità come sorgente volge al termine, ultimo appuntamento della mostra di pittura e scultura

Identità come sorgente a Jesi 3' di lettura 25/09/2020 - Appuntamento finale domenica 27 settembre a Palazzo Bisaccioni dalle ore 17, performance dell’Associazione Truppa Sorrisi di Filottrano, intervento dell’assessore Maria Carla Accattoli del Comune di Filottrano e altri interventi culturali.

Ancora pochi giorni per visitare la mostra in corso da ormai quattro settimane alle Sale Museali di Palazzo Bisaccioni a Jesi (tutti i giorni, in orario 9.30-13.00 e 15.30-19.30). Domenica 27 settembre, infatti, a partire dalle ore 17.00 si svolgerà l’ultimo incontro all’interno di “L’Identità come Sorgente - mostra di pittura e scultura, appuntamenti, conferenze e contaminazioni” e che metterà il sigillo finale su questa apprezzata iniziativa organizzata dall’Associazione Culturale Para un Principe Enano e avallata dal patrocinio di numerosi enti, con il prezioso contributo di diverse attività del territorio e di BCC Banca di Filottrano.

Saranno presenti a quest’ultimo incontro, tra gli altri, Maria Carla Accattoli, assessore a Cultura e Turismo del Comune di Filottrano (uno dei Comuni patrocinanti), l’Associazione Truppa Sorrisi in una suggestiva performance dedicata ai bambini (e non solo), oltre ad altre sorprese ed interventi culturali per grandi e piccoli. Saranno ulteriormente analizzate ed approfondite le personalità artistiche dei tre protagonisti della mostra: Lázaro Silveira Noa, Luis Alberto Ruíz Saavedra e Sergio Osimani.

La presidente dell’Associazione organizzatrice, Olga Lidia Priel Herrera, tira le somme di questo lungo impegno: «Molta la partecipazione, le visite e i dialoghi costruttivi che stanno favorendo lo sviluppo di nuovi progetti futuri. Credo che proprio la nostra cultura cubana, ricca di contaminazioni e tradizioni storiche e sociali, sia esposta in modo del tutto particolare a una nuova realtà di fusione che tende a far esaltare la propria Identità. Abbiamo ancora bisogno di questo ultimo incontro di domenica che terremo con le nuove generazioni, alle quali sta andando la nostra dedizione come Associazione, che opera sul territorio ormai da più di 20 anni, nell’affiancarle in questi tempi particolari e in prospettiva di un futuro migliore». Come di consueto, anche per questo appuntamento conclusivo è consigliabile prenotare la partecipazione all’Associazione Culturale Para un Principe Enano (tel. 349 4259155), in ottemperanza alle normative anti Covid-19 con accessi contingentati.

Nel secondo appuntamento svoltosi sabato 19 settembre (LEGGI QUI), grande suggestione ha creato la performance dell’ospite speciale Yudel Collazo Kindelán, attore cubano attualmente in forza nel cast fisso del Teatro alla Scala di Milano. Con la potenza espressiva del monologo Dal movimento alla tela è riuscito ad attraversare linguaggi e tensione emotiva in simbiosi con le opere in esposizione e il pubblico trascinato emotivamente in un happening teatrale/pittorico/musicale, fino al coinvolgimento in una complice ed ispirata danza multisensoriale con Olga Lidia Priel Herrera e la dinamica pittura di Lázaro Silveira Noa a sottolineare cromaticamente la performance.

Presenti alla serata anche i giornalisti Silvia Martínez e Frank Gonzáles dell’agenzia stampa Prensa Latina, che hanno già diffuso reportage sia sull’evento che sulla città di Jesi attraverso la visita ai Musei, al Teatro Pergolesi e altri siti storico-culturali del-la città. Tra gli intervenuti, Mirella Argentati, rappresentante della Casa delle Culture di Jesi, e Giancarlo Catani della Consulta Turismo del Comune di Jesi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-09-2020 alle 10:48 sul giornale del 26 settembre 2020 - 293 letture

In questo articolo si parla di cultura, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bwX4