Come giocare a sette e mezzo, il gioco italiano tipico del Natale ma ora disponibile anche online

3' di lettura 16/10/2020 - Sette e mezzo è uno dei giochi preferiti dagli italiani ed è una presenza fissa a tante feste di Natale.

Le partite a sette e mezzo sono da molti ricordate come un momento conviviale in cui amici si riuniscono intorno al tavolo per giocare e oggi questo gioco si è diffuso tanto, la sua popolarità spinta dalla diffusione dei giochi da casinò online. Ecco le sue regole e le sue varianti.

Cosa serve per giocare a sette e mezzo

Sette e mezzo è un gioco molto semplice da giocare ma nonostante ciò le sue partite possono essere molto agguerrite. Sono diversi i tipi di carte utilizzabili per sette e mezzo, ma le carte antonomasia sono quelle utilizzate nei giochi dei casinò online da Betfair e da altre piattaforme: la carte napoletane in stile spagnolo. Queste carte decorate sono una caratteristica intrinseca del gioco per molti, ma non sono in realtà così necessarie per poter giocare a sette e mezzo. In mancanza di queste, infatti, è possibile utilizzare anche i tradizionali mazzi francesi.

Non viene però utilizzato tutto il mazzo: le carte che servono sono quelle che vanno dall’asso al sette e le figure. Altro elemento fondamentale del sette e mezzo sono le fiches, ma in mancanza di queste si possono utilizzare le carte scartate dal mazzo. Infine, i giocatori devono essere almeno due ma le partite migliori avvengono quando sono presenti almeno quattro persone.

Come si gioca a sette e mezzo

Come si evince dal nome del gioco, l’obiettivo è quello di avvicinarsi di più al punteggio di sette e mezzo. Le carte mantengono il loro valore numerico tradizionale a eccezione delle figure che valgono mezzo e della carta detta la matta, decisa dai giocatori e spesso il re di denari, che vale come un jolly ma deve sempre assumere il valore di un numero intero. Uno dei giocatori ha il ruolo di mazziere e questo cede il mazzo al giocatore che riesce a fare sette e mezzo. All’inizio del gioco ogni giocatore riceve una carta coperta e a turno questi possono scegliere se chiedere un’altra carta per aumentare il loro punteggio o stare. Chi sta non mostrerà le proprie carte mentre chi sballa superando il valore di sette e mezzo dovrà pagare obbligatoriamente il banco.

Chi raggiunge sette e mezzo, invece, deve dichiararlo immediatamente. Il mazziere gioca per ultimo e a seconda delle mosse dei suoi avversari può decidere se stare o tentare di raggiungere sette e mezzo. Se il mazziere decide di stare i giocatori che hanno raggiungo punteggi più bassi dovranno pagare. Il mazziere dovrà sempre dare il mazzo e pagare i sette e mezzo eccetto quando anch’egli raggiunge il punteggio di sette e mezzo. I sette e mezzo hanno inoltre valori diversi che sono importanti in caso di pareggio e per pagare la scommessa. Un sette e mezzo d’emblée viene ottenuto solo con due carte, quindi un sette e un mezzo, e in questo caso il pagamento sarà doppio. Nel caso del triplè, invece, il giocatore ha in mano due sette e verrà pagato tre volte la puntata.

Sette e mezzo è un gioco entusiasmante ma adatto a tutti e le cui regole sono facili da imparare, cosa che e lo rende perfetto per grandi tornei natalizi, con amici o su internet.






Questo è un articolo pubblicato il 16-10-2020 alle 11:11 sul giornale del 16 ottobre 2020 - 52 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/byLk





logoEV