Giampaoletti (Lega): "Ex mutuo soccorso, è la volta buona?"

3' di lettura 15/10/2020 - Finalmente dopo tanto tempo sembra che qualcosa si muova riguardo alla situazione in cui versa l’ex mutuo soccorso sito in via Garibaldi.

La cronostoria parte nel febbraio 2016 quando la sede dei Repubblicani e della Camera del lavoro è stata demolita. In disuso da tempo, la palazzina è stata messa a dura prova dalle scosse di terremoto, che l’hanno resa ancor più pericolante. I proprietari, una società edile di Jesi, hanno deciso di abbatterla al fine di evitare rischi per la pubblica incolumità su richiesta della Polizia Locale e dell’Ufficio Tecnico. Dopo ciò i proprietari hanno cercato di costruire degli alloggi e negozi con un parcheggio sotterraneo recuperando quindi questa piccola zona sita in uno dei borghi jesini ma senza esito visto la crisi del settore edile che ha colpito dal 2010 in poi tutto il nostro paese.

Detto ciò vista quindi la condizione in cui l’ex palazzina continuava a versare la proposta più volte fatta dal sottoscritto era di creare un parcheggio.
Presentata prima all’assessore Garofoli poi a Bucci ed infine, nel 2018 tramite una interrogazione all’attuale assessore Renzi. Ha risposto dicendo che ci sono dei contatti con la proprietà e in breve tempo una soluzione veniva messa in campo.

In questo periodo oltre alla raccolta firme dei residenti e delle attività per trovare una soluzione visto il degrado della zona sia con l’erba alta ma anche con topi ed altri animali il tempo sia nei confronti della amministrazione che dei proprietari è passato.
Ma il miracolo ora sembra essersi compiuto! Visto che il progetto Jesi in Progress è saltato ed anche il Palazzetto della scherma che doveva sorgere presso la ex sadam (con un finanziamento del Coni già accettato) ha avuto delle problematiche con la società Eridania, si è pensato alla permuta di un terreno in cambio della zona ex mutuo soccorso e della zona San Marco per ampliare i parcheggi.

È inutile quindi presentare interrogazioni, raccogliere le firme, incontrare l’amministrazione per accelerare i tempi e risolvere un problema quando poi se c’è una necessità si corre realmente ai ripari. In questo caso si è anche detto che la questione andava a rilento perché la proprietà era privata e quindi non dipendeva da questa Amministrazione ma suona strano visto che è proprio la società ad aver spinto più volte essendo ben propensa ad accelerare i tempi...

Adesso la pratica finalmente stata approvata in consiglio comunale, ma il problema non si risolve subito visto che i lavori dovranno essere svolti dal Comune, perciò speriamo che non ci voglia molto altro tempo per sistemare questa zona e quella di via San Marco. Sarà mia prerogativa comunque pungolare chiedendo una Commissione Consiliare per vedere i progetti e valutare i tempi di inizio lavori di questi nuovi parcheggi. Ci vorrà un altro Miracolo?


da Marco Giampaoletti
consigliere comunale Lega





Questo è un articolo pubblicato il 15-10-2020 alle 10:44 sul giornale del 16 ottobre 2020 - 307 letture

In questo articolo si parla di jesi, recupero, Marco Giampaoletti, lega, ex circolo pri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/byE7





logoEV