Quantcast

Lascito Morosetti, Jesi in Comune: "Il peba con i lasciti e la gloria con i mutui"

Jesi in Comune 2' di lettura 30/10/2020 - Lo spettacolo dato ieri in consiglio comunale è la prova dell’ inadeguatezza politica di questa maggioranza e del fatto che le scelte vengono maturate sulla base del momento, magari dell'orgoglio ferito, ma non certo di una visione di città.

Se non fosse stata l'opposizione prima a segnalare l'errore e poi a farsi carico da sola (ad eccezione presidente del Consiglio Massaccesi) del rinvio al rinvio della pratica di affidamento dell'incarico esterno, ci saremmo trovati di fronte ad una delibera viziata, che avrebbe potuto avere conseguenze sugli atti successivi.

Questo il senso di responsabilità della maggioranza. Quello che è emerso con chiarezza è che il motivo per cui il Sindaco ha già deciso di accettare il lascito di Morosetti non è legato alla volontà ed alla condivisione del progetto di spostamento della fontana, con tutte le conseguenze del caso, ma alla somma residua di cui il comune potrà disporre. Se proprio per questa amministrazione l'attuazione del Peba era una priorità si potevano destinare a questo intervento le somme utilizzate altrove, per esempio per il rifacimento del corso.

Certo per l’attuazione del Peba è ora scossa: sono passati otto anni da quando governano la città e ci vogliono fondi sicuri. E’ immorale condizionarlo ora all'esito della scelta sul lascito, che riguarda una questione del tutto diversa e cioè l'opportunità di spostare una fontana e buttar per aria i progetti di due piazze (quello realizzato non molto tempo fa in piazza Federico II e quello solo progettato, ma che dovrà essere cestinato, per il rifacimento di piazza della Repubblica). Oppure lasciare semplicemente che vadano in beneficenza.

Per nulla secondaria la questione della possibile nullità del lascito con vincolo perpetuo: spostiamo la fontana con il rischio che il testamento possa essere impugnato? Prima di decidere bisognerà sgombrare il campo dai dubbi, quelli giuridici innanzitutto e poi quelli estetici e quelli che riguardano le valutazioni di priorità e opportunità.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-10-2020 alle 19:17 sul giornale del 31 ottobre 2020 - 310 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, jesi in comune, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bAiG





logoEV
logoEV