Quantcast

Vicenza: Truffe telefoniche agli anziani, fingono l'incidente o il ricovero di un parente per derubarli

1' di lettura 27/11/2020 - Diverse le chiamate pervenute negli ultimi giorni al 113 della Questura per segnalare numerosi tentativi di truffa telefonica, soprattutto ai danni di persone sole o anziane.

Il modus operandi sempre lo stesso: gli anziani venivano contattati telefonicamente da soggetti che spacciandosi per operatori delle forze dell'ordine o avvocati o medici, chiedevano la corresponsione di somme di denaro per pagare delle multe, o per prestare assistenza legale o sanitaria a dei congiunti del malcapitato (spesso veniva perfino indicato correttamente il nome del parente, figlio o nipote, per conto del quale era chiesta la prestazione economica).

Chiaramente tutti tentativi di truffa perchè nessun operatore delle forze dell'ordine chiede la corresponsione di denaro per pagare multe o liberare persone trattenute o detenute, nessun medico chiede il versamento di denaro per prestare assistenza ad una persona infortunata.

In questi casi si raccomanda di contattare immediatamente le forze dell'ordine per segnalare l'accaduto e non aderire alle richieste di denaro, né fare accedere nella propria abitazione malintenzionati che utilizzino i citati espedienti.

Gli Uffici investigativi sono al lavoro per assicurare alla giustizia gli autori di tali deprecabili tentativi di truffa.






Questo è un articolo pubblicato il 27-11-2020 alle 12:11 sul giornale del 28 novembre 2020 - 366 letture

In questo articolo si parla di cronaca, milano, articolo, niccolò staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bDEu





logoEV