Quantcast

L'avvocato Magistrelli sul trasferimento del processo per l'alluvione: "Ricominceremo e sono sicura che verità verrà fuori"

1' di lettura 01/12/2020 - E' pronta "a ricominciare daccapo fiduciosa che la verità dei fatti emergerà durante il processo". L'avvocato Marina Magistralli, legale dell'ex sindaco di Senigallia, tra gli otto imputati per il processo dell'alluvione del 3 maggio 2014, commenta così la decisione emersa nel corso dell'udienza di martedì mattina di trasferire il processo a L'Aquila.

La decisione è stata presa dal presidente del collegio penale Edi Ragaglia che ha accolto proprio l'istanza sollevata dai legali degli otto imputati circa l'incompatibilità del distretto del tribunale di Ancona per via della presenza di un giudice risultato alluvionato e parzialmente risarcito per i danni subiti ad una abitazione di sua proprietà (si tratta di una seconda casa e non di residenza) durante quel tragico evento.

Il processo ora si sposterà a L'Aquila e si ricomincerà quasi daccapo. "Il presidente stesso del collegio aveva ritenuto che ci fosse un'incompatibiltà anche se il risarcimento ottenuto dal giudice era veramente minimo -afferma l'avvocato Magistrelli- Ora ricominceremo a L'Aquila e sono sicura che emergerà la verità durante il processo e molte delle accuse che sono state fatte risulteranno infondate".






Questo è un articolo pubblicato il 01-12-2020 alle 20:18 sul giornale del 02 dicembre 2020 - 322 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bEcu