Quantcast

Basket. The Supporter Jesi fa quel che può, ma passa Teramo

4' di lettura 10/01/2021 - Un’Aurora condizionata dalle assenze e dalle precarie condizioni di alcuni giocatori, ha lasciato i due punti ad un Teramo che ha saputo essere cinico solo nelle battute finali dell’ultimo quarto, quando è riuscito a premere sull’acceleratore, trovando l’allungo vincente.

Nessun allenatore, tanto meno Ghizzinardi, si sarebbe lamentato delle assenze: in sua vece lo facciamo noi, non potendo non tacere il fatto che ben 4 giocatori, per 3 settimane non si sono potuti allenare, in quanto risultati positivi al covid.

Due risultati negativi, ne sono stati recuperati, altri due no, Magrini e Cocco rimasti a casa a seguire la partita in tv. Tutti gli altri sono stati costretti a fare gli straordinari. Quarisa ha stretto i denti, pur essendo in evidente difficoltà, poi nel corso del terzo quarto ha alzato bandiera bianca: colpito contemporaneamente da crampi su entrambe le gambe, è tornato in panchina e non si è più alzato.

Va comunque detto, senza tema di smentita che gli altri, chi più chi meno, hanno tirato fuori tutto quello che avevano in corpo, proprio come chiedeva coach Ghizzinardi, arrendendosi solo quando ormai non avevano più energie. Peccato soltanto che sia accaduto negli ultimi minuti, quando sembravano potersela giocare alla pari, ma, visti i presupposti, ci può stare.

Punteggio sostanzialmente basso, frutto di tanti errori al tiro su entrambi i fronti, che hanno fruttato una gran quantità di rimbalzi: 8/30 da due (13/33 Teramo), 6/34 da tre (6/25 Teramo), lo score di The Supporter, sicuramente insufficiente, che ha fruttato appena 47 punti, anche se c’è da dire che gli jesini hanno badato, tra le altre cose, a tenere basso il ritmo della partita ed i pochi punti, errori a parte, derivano anche da questo fattore.

Dopo l’ultimo vantaggio dell’Aurora, 41-40 dopo due liberi di Giacché (a 6’49” dalla sirena), è salita in cattedra la squadra ospite, che ha trovato risorse nei suoi elementi più affidabili ed esperti, Rossi, Di Bonaventura e Tiberti, girando il match a proprio favore.

Il +11 a 23” dalla fine è diventato un bottino ragguardevole per Teramo, assolutamente ingiusto per The Supporter.

È poi capitato che un certo Salvemini (da poche settimane sulla panchina ospite, in vece di Stirpe esonerato), si sia ingolosito, chiedendo time-out sul 55-47 in proprio favore a partita ormai vinta, quando mancavano 7”, mandando in bestia i presenti, per una non meglio esigenza tecnica, sembra per gestire la differenza canestri.

Anni fa fece lo stesso un certo Bizzozi (che si è seduto certamente su panchine più importanti) salvo poi scusarsi in sala stampa, come pure un certo Boniciolli si scusò per una tripla di Italiano a partita già vinta.

Ebbene, abbiamo trovato un altro “fenomeno” da trascrivere nel nostro ultratrentennale taccuino di cronisti.

Velo pietoso anche sull’arbitraggio. Intendiamoci, i fischietti di turno non hanno favorito nessuna delle due, tra l’altro Teramo, lo ribadiamo, ha vinto meritatamente, piuttosto hanno sfavorito entrambe, contribuendo anche lor a rendere più brutta la partita.

Ed ora neanche il tempo di leccarsi le ferite, mercoledì 13 è tempo di derby, sempre all’Ubi Banca Sport Center, testa altra dunque, per affrontare con forza e determinazione la vera leader del girone, poi sarà quel che sarà.

The Supporter Jesi - Rennova Teramo a Spicchi 2K20 47-55 (12-14, 10-10, 17-14, 8-17)

The Supporter Jesi: Ferraro 12 (0/3, 3/12), Quarisa 5 (2/8, 0/0), Giacche' 12 (1/4, 2/3), Valentini 0 (0/2, 0/4), Giampieri 14 (4/4, 1/12), Konteh 4 (1/4, 0/0), Simone Mentonelli 0 (0/4, 0/3), Memed 0 (0/0, 0/0), Montanari 0 (0/1, 0/0), Zoppi ne, Ginesi ne, Gabriele Mentonelli ne. All.: Ghizzinardi.

Tiri liberi: 13 / 17. Rimbalzi: 46, 11 + 35 (Quarisa 15). Assist: 8 (Ferraro, Giampieri, Simone Mentonelli 2).

Rennova Teramo a Spicchi 2K20: Francesco Faragalli 0 (0/2, 0/1), Rossi 21 (3/7, 4/14), Esposito 3 (0/2, 1/1), Tiberti 12 (5/11, 0/0), Di Bonaventura 12 (5/8, 0/4), Serroni 7 (0/2, 1/3), Cristiano Faragalli 0 (0/1, 0/0), Michel Guilavogui 0 (0/0, 0/0), Wiltshire 0 (0/0, 0/2), Massotti ne, Lanzillotto ne, Di Febo 0. All.: Salvemini.

Tiri liberi: 11 / 19. Rimbalzi: 38, 5 + 33 (Tiberti 11). Assist: 11 (Di Bonaventura, Serroni 3).

Arbitri: Roca di Avellino e Guarino di Campobasso.

(le foto sono di Stefano Binci)








Questo è un articolo pubblicato il 10-01-2021 alle 21:39 sul giornale del 11 gennaio 2021 - 335 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo, giancarlo esposto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bIKa