Quantcast

The Supporter perde il derby, ma esce dal campo a testa alta

4' di lettura 13/01/2021 - Uno sguardo distratto al tabellone, 50-65, farebbe pensare a una disfatta, ma così non è stato. A scanso di equivoci Fabriano ha vinto con merito, sfruttando come meglio poteva le sue potenzialità, contro un’Aurora che, arrivata in riserva, si è dovuta arrendere, ma solo nell’ultimo quarto.

Con altri presupposti poteva sicuramente finire meglio. Ancora in emergenza, la squadra di Ghizzinardi ha messo il cuore, commettendo anche qualche errore, ma dimostrando ancora una volta, di voler onorare la maglia.

Fatevelo raccontare dai due stoici Quarisa e Magrini, che sono restati in campo allo stremo delle forze, a tutti gli altri, che hanno cercato di mordere su ogni pallone, fino a che le gambe hanno retto.

Insomma, la Ristopro non ha fatto polpette di una The Supporter ancora, ci si augura per l’ultima volta, in emergenza. Così da potersi andare a giocare al completo e, con qualche allenamento in più nelle gambe, il prossimo match, sperando però che non ci siano conseguenze, legate alle uscite anticipate di Ferraro (brutto contatto con Scanzi sotto canestro con mezza vittoria già in tasca per gli ospiti) e Giaché (fallo inspiegabile di Caloia a 25”, con i titoli di coda già partiti da un pezzo).

Ma forse anche questo fa derby, nel senso che non ci sono state animosità gratuite, ma tanto, tanto agonismo. In buona sostanza le due squadre hanno difeso con parecchia energia, trovando finalmente una coppia arbitrale che ha adottato un metro di giudizio univoco. Ogni volta che le due formazioni l'hanno messa sul fisico, non solo arrivati i consueti fischi inutili.

Quello che purtroppo ha fatto la differenza, a favore della Ristopro, è stato l’attacco, con The Supporter decisamente a corto di fiducia, che ha costruito al limite anche buoni tiri, senza riuscire a chiudere il cerchio e trovare il canestro. Un vero peccato, ma tra pausa natalizia e covid, la squadra ha perso quella dote di fiducia accumulata dopo le tre limpide vittorie consecutive.

Le statistiche, che abbiamo dovuto ricostruire con il pallottoliere, pardon, con il classico copia/incolla dal sito della Lega, visto che a fine match i rilevatori (non erano di Jesi) si sono eclissati portando via le copie dello scout, parlano chiaro: 11/35 nel tiro da 2, 8/27 nel tiro da 3 e poi una messe di palle perse, ben 17. È sin troppo semplice intuire come con un 30% dal campo le cose si fanno difficili. Spicca la prestazione dei gioiello di casa Konteh, top scorer della propria formazione, un ragazzo d'oro che sta crescendo, di settimana in settimana, grazie al lavoro svolto in palestra: un fare che ha illuminato a lungo l'Ubi Banca Sport Center, più dei fumogeni accesi dai tifosi di casa, encomiabili per passione, che anche dall'esterno hanno provato a farse sentire il proprio calore alla squadra.

Con un occhio all’infermeria si deve voltare pagina, recriminando, semmai più sulla sconfitta con Teramo, che, nonostante i ben noti problemi, era più alla portata della squadra. Andando magari poi a speculare sulla differenza canestri, ma solo nel girone di ritorno.

Anche perché il prossimo match vedrà The Supporter sul campo di Montegranaro, dove troverà una squadra piuttosto affamata di vittorie. Montegranato costituirà il primo vero bivio della stagione.

The Supporter Jesi - Ristopro Fabriano 50-65 (13-15, 16-19, 12-13, 9-18)

The Supporter Jesi: Giacché 13 (2/6, 3/7), Giampieri 6 (0/2, 2/6), Valentini 5 (1/3, 1/3), Ferraro 3 (0/6, 1/5), Quarisa 0 (0/3, 0/0), Konteh 18 (8/11, 0/0), Magrini 5 (0/2, 1/5), , Simone Mentonelli 0 (0/2, 0/1), Montanari 0 (0/0, 0/0), Memed ne, Ginesi ne, Gabriele Mentonelli ne. All.: Ghizzinardi.

Tiri liberi: 4 / 7 - Rimbalzi: 33 10 + 23 (Ferraro 10) - Assist: 7 (Ferraro 3)

Ristopro Fabriano: Marulli 17 (7/9, 1/3), Garri 12 (6/10, 0/1), Papa 9 (4/6, 0/1), Merletto 8 (0/2, 2/6), Alibegovic 7 (2/2, 1/3), Gulini 7 (2/2, 1/1), Scanzi 4 (2/4, 0/3), Paolin 1 (0/1, 0/2), Di Giuliomaria 0 (0/0, 0/1), Misolic 0 (0/0, 0/0), Di Paolo 0 (0/0, 0/0), Caloia 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 4 / 5 - Rimbalzi: 31 3 + 28 (Garri 10) - Assist: 5 (Merletto, Paolin 2). All.: Pansa.

Arbitri: Barbieri e Roberti di Roma.

(foto Augusto Giglietti)






Questo è un articolo pubblicato il 13-01-2021 alle 22:54 sul giornale del 14 gennaio 2021 - 265 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo, giancarlo esposto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bJje