Ho letto sulla stampa che alcuni candidati Sindaci sono andati a fare la passarella giù al Parco del vallato dicendo come è ovvio che se saranno eletti tutto cambierà.


Sabato mattina il sindaco uscente Massimo Bacci ha dato il via ufficiale alla campagna di ascolto della città, con un primo incontro al Parco del Vallato.


Copia e incolla, cioè guardare alle buone pratiche che hanno funzionato altrove e applicarle alla realtà jesina. E c'è molto da imparare, in termini di gestione del territorio e coinvolgimento dei cittadini, dal comune di Capannori, in provincia di Lucca, il cui sindaco Luca Menesini è stato ospite del candidato del Pd Osvaldo Pirani a Palazzo dei Convegni.


Un partecipato incontro quello di sabato pomeriggio indetto dalle forze politiche che sostengono la candidatura a sindaco di Massimiliano Lucaboni, accompagnato dai candidati consiglieri della sua lista. Un incontro al quale erano presenti il coordinatore regionale della Democrazia Cristiana Franco Rosini e il senatore di Forza Italia Remigio Ceroni.


Credo che ad un mese e mezzo dalle elezioni sia giusto tirare un pò le somme di quanto accaduto e sta accadendo in città.


A due mesi dalle elezioni la maggioranza si accorge che c'è un'emergenza falsi poveri a cui si propone di dare il daspo, cominciando, ad esempio da chi elemosina avanti a negozi e supermercati.


Copiare le soluzioni intelligenti, che hanno permesso di risolvere problemi molto complessi, ed applicarle alla realtà jesina.


Sindaco uscente e lega criticano l"assessore regionale Manuela Bora per quanto dichiarato in un incontro organizzato dal suo partito, sottolineo suo partito, per aver detto che Jesi oggi è lontana dalla regione Marche.


Quando diciamo che Parco del Vallato e Politeama sono questioni intimamente connesse è perchè i fruitori del parco avrebbero tutto da guadagnare dalla riqualificazione dell'ex cinema.


Ospite a sorpresa dell'incontro di Osvaldo Pirani con i residenti di Via Roma di lunedì sera, è stata l'assessora regionale Manuela Bora, presente per dare un segno di appoggio alla campagna elettorale del candidato del PD a sindaco di Jesi.


Il parco del Vallato non ha bisogno solo di telecamere.O meglio: non si può pensare di risolvere le tante questioni legate a quella zona ancora con la favola della videosorveglianza.


Edizioni Vivere
La tua opinione è importante
Su tutti gli articoli di questo giornale è possibile lasciare un commento. L'idea che tutti stanno...
Edizioni Vivere
Accesso universale
Con il tuo username e la tua password puoi accedere e commentare su tutti i quotidiani "Vivere"!...

Prosegue la serie di incontri di Osvaldo Pirani nei quartieri di Jesi. Domani (venerdì 7 aprile) alle ore 18, il candidato a sindaco del Pd incontrerà i cittadini della zona Smia al Ristorante il Quirino.


Ennesima pessima figura del mancato assessore Giampaoletti.


C'era una volta il Calcinaro, oggi c'è il piccolo quartiere di Ponte Pio, zona di collegamento tra Jesi e la Vallesina, tra la città e la campagna. Ha fatto tappa qui ieri sera il mini-tour del candidato del Partito Democratico Osvaldo Pirani, nella sua fase di ascolto delle periferie.


Massimiliano Lucaboni candidato sindaco per la lista civica Libera Azione Jesi ha presentato sabato a palazzo dei convegni l'incontro “Immigrazione, Islamizzazione, Informazione” , uno sguardo alla nostra città.


Massimiliano Lucaboni candidato sindaco per la lista civica Libera Azione Jesi presenta il convegno: “Immigrazione, Islamizzazione, Informazione” , uno sguardo alla nostra città.


E' notizia di oggi che si voterà, per il rinnovo delle amministrazioni, domenica 11 giugno. L'eventuale ballottaggio per l'elezione diretta dei sindaci, il 25.


Nell’atmosfera intima e conviviale che si addice ad una casa (anche se il salotto di Italo Pierelli è da sempre un luogo deputato a riunioni politiche) si è svolta la seconda tappa del tour tra i quartieri del candidato del Partito Democratico Osvaldo Pirani.


Ho letto quanto dichiarato da Bacci per quanto concerne il tema della sicurezza (LEGGI QUI). Apprezzo che finalmente dopo 5 anni l'amministrazione comunale abbia cominciato a capire che la sicurezza non è solo una parola ma è un insieme di azioni da compiere per garantire il buon vivere civile.


Dopo il primo appuntamento con i residenti di Minonna, prosegue mercoledì 29 marzo, ore 21, la serie di incontri nei quartieri di Jesi con il candidato a sindaco del Partito Democratico Osvaldo Pirani.


Devo ammettere che come slogan, questo che campeggia nei primi manifesti di questa campagna elettorale jesina accanto all’immagine del candidato sindaco PD Dott. Osvaldo Pirani, non è affatto male.


Gli ultimi avvenimenti segnalati alle forze dell'ordine dimostrano che la politica sui richiedenti asilo portata avanti dall'amministrazione Bacci è completamente fallimentare. Continuare a sobbarcarsi rifugiati o richiedenti asilo senza offrire loro la possibilità di integrarsi nel territorio è completamente sbagliata e fuorviante.


Venerdi 24 marzo alle ore 17 a Palazzo dei Convegni il candidato sindaco Massimiliano Lucaboni di Libera Azione Jesi presenzierà il convegno “Convivenza etnica e tolleranza religiosa da federico II ad oggi.” della saggista Ornella Mariani.


Ringrazio per le precisazioni il consigliere con delega Giampaoletti, ma credo che il fatto che il consiglio comunale di una città approvi un modus operandi riguardo il mercato questo non significa che la scelta operata sia la migliore possibile.


Un sabato qualunque ed il candidato sindaco Massimiliano Lucaboni che scende in piazza tra gli ambulanti ed i commercianti per dar voce alle loro istanze da anni inascoltate da questa amministrazione comunale e soprattutto dal suo assessore al commercio (con delega) Marco Giampaoletti.


Parte da Minonna la serie di incontri del candidato a sindaco del Partito Democratico di Jesi Osvaldo Pirani, che si dice convinto che "l'amministrazione dovrebbe sempre avere questo tipo di approccio, un atteggiamento democratico che parte con l'ascolto dei cittadini".


L’indagine sulle mense scolastiche vede Jesi ancora nella top ten, benchè superata da altre realtà nella corsa verso la vetta.


E quindi agli abitanti del Verziere si vuole far capire che per abbattere la “magione” (struttura ex-crt) servono 30mila euro e se l’intervento non lo paga l‘Inail non se ne farà niente.


Ho letto sulla stampa che l'Amministrazione comunale ha intenzione di posizionare altre 32 telecamere nella zona della stazione di Jesi.


Ennesimo tentativo di Bacci di vender fumo: dire di “istituire un apposito ufficio per captare finanziamenti europei” e proseguire con “tale struttura, acquisite le opportune conoscenze in materia attraverso un percorso di formazione ed informazione, dovrà attivarsi” è menare il can per l'aia.


Evviva: l'Amministrazione Bacci si è accorta dell'utilità di una struttura organizzata per intercettare i fondi europei e ministeriali. E addirittura dell'importanza del coinvolgimento del territorio! Bene, si vede che l'aria di campagna elettorale stimola l'inventiva.


“Quello che vorremmo festeggiare oggi, e per cui invece si deve ancora lottare, è il diritto di essere donna. Il diritto ad un trattamento equo nel mondo del lavoro, il diritto all'autodeterminazione, il diritto alla salute.


In ottemperanza di quanto previsto dall'art. 7 della legge 22 Febbraio 2000 n. 28, l'editore comunica che intende pubblicare su www.viverejesi.it messaggi elettorali a pagamento per le elezioni amministrative comunali con data ancora da fissarsi.


Abbiamo letto quanto scritto sulla stampa riguardo la nostra iniziativa dell'8 marzo avanti la Chiesa delle Grazie, iniziativa che sarà fatta nei modi e nei termini descritti nel comunicato del gruppo. La festa delle donna è per noi una festa importante, nella nostra lista abbiamo la presenza di una nutrita pattuglia femminile.


Tutto il mio sostegno a quanto espresso ieri (martedì 3 gennaio 2017, ndr) da Ero Giuliodori (LEGGI QUI): la sinistra a Jesi ha bisogno di unità e non di protagonismi, di programmi, di priorità definite e di idee condivise, non di ostacoli e veti incrociati al suo interno.