Quantcast
...

Sono stati davvero tanti i cittadini che, pur nel rispetto delle norme anti Covid, hanno voluto prendere parte alla manifestazione di chiusura della campagna elettorale di Maurizio Mangialardi e Narciso Ricotta, svoltasi a Macerata, in piazza Vittorio Veneto.


...

Come avvocato con oltre 30 anni di esperienza e come consigliera comunale uscente di Senigallia, che per 5 anni ha contrastato le politiche sbagliate sull'ambiente, sul controllo del territorio, sulla salvaguardia dal rischio idrogeologico, sulla mobilità, sulla partecipazione, sulle pari opportunità e molto altro, operate nella mia città dal Sindaco Mangialardi, che oggi si candida alla presidenza della Regione Marche, mi fa male il cuore al solo pensiero che le persone possano mettere il destino della nostra regione nelle mani di questo personaggio politico. Respingiamo al mittente la sua patetica questua di voti ed il suo tentativo di saccheggio degli elettori del M5S, per compensare le incapacità di governare la Regione Marche dimostrate dal suo partito negli ultimi 20 anni.


...

A tutti gli elettori e a tutte le elettrici della regione Marche l’invito a votare NO al referendum confermativo del 20 e 21 settembre per difendere la democrazia della Repubblica parlamentare italiana e la rappresentanza in Parlamento di tutti i territori, in particolare di quelli meno popolosi che questa riforma renderebbe senza voce.


...

Mercoledì è stata effettuata, negli studi della redazione di una testata giornalistica locale, la registrazione del confronto tra le ragioni del SI e del NO al Referendum Costituzionale confermativo della Legge Costituzionale per il taglio dei parlamentari, approvata con un plebiscito da tutte le forze politiche l’8 ottobre 2019 con il 97% dei SI (votarono a favore 553 deputati su 567 presenti).





...

"Sembrerebbe un paradosso, una sorta di calembour. Un gioco di parole. Ma per le Marche mai come per le regionali del 20 e 21 settembre 2020, questo assunto ha un valore fortemente civico oltre che ovviamente politico.







...

La tutela del Made in Marche e uno snellimento delle procedure burocratiche tra le richieste più sentite dell’agricoltura elencate dalla presidente di Coldiretti Marche, Maria Letizia Gardoni, al candidato governatore per il centrodestra Francesco Acquaroli, incontrato questa mattina ad Ancona al centro congressi dell’Accademia di Babele, insieme alla presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, nella nostra regione per la chiusura della campagna elettorale.



...

"Cinquecento milioni di euro.” E’ quanto messo sul piatto dall’Europa – sottolineata Dino Latini, candidato Udc alle regionale per Acquaroli presidente, incontro un gruppo di giovani agricoltori - per sostenere le imprese agricole marchigiane. Si tratta di una somma neppure troppo consistente ma comunque significativa per dare respiro ad un settore in costante difficoltà.


...

Nel tour marchigiano che ha portato per due giorni l’On. Antonio Tajani, vice presidente di Forza Italia nelle Marche, tra Loreto, Senigallia, Numana e Ancona, accompagnato dal coordinatore provinciale Daniele Silvetti, candidato alle elezioni regionali del 20-21 settembre, c’è stata anche la visita a Jesi alla Imesa Spa, ospiti dell’AD Giacomo Bugaro e del fondatore Sergio Schiavoni.





...

“ Quanto è accaduto stanotte al porto di Ancona – ha sottolineato Dino Latini, candidato Udc alle regionali per Acquaroli presidente, incontrando numerosi lavoratori portuali ma anche tantissimi cittadini fortemente preoccupati per l’accaduto - è la cronaca di un disastro annunciato. Fortunatamente non ci sono state vittime ma la città ha vissuto una notte di terrore. Con la nube tossica che ha ammorbato l’aria e costretto alla chiusura scuole, parchi ed impianti sportivi.


...

"Un ponte come il San Carlo di Jesi nonostante da maggio 2018 sia precauzionalmente chiuso per motivi di sicurezza al transito dei mezzi pesanti, rischio il collasso da un momento all’altro.”




...

“L’esperienza Covid – ha sottolineato Dino Latini, candidato Udc al consiglio regionale per Acquaroli presidente, durante un incontro con alcuni medici di famiglie e con diversi medici ospedalieri - ha fatto emergere in maniera eclatante il fallimento della gestione della sanità regionale da parte della sinistra, priva di un impianto politico e legata da raffazzonati interessi di bottega.



...

Liberare il genio delle donne, ossia sostenere l’accesso delle donne alle cosiddette lauree Stem. Come? «Con la nostra proposta, esentiamo dal pagamento della retta universitaria delle lauree tecnico-scientifiche le studentesse più meritevoli.


...

"Appena un anno fa, Regione, Autorità portuale ed Aerdorica dichiararono congiuntamente di voler fare fronte comune perché appunto l’asse aeroporto – porto, senza dimenticarsi dell’ interporto, potesse sviluppare tutte quelle sinergie operative destinate a favorire lo sviluppo strategico delle Marche. Bei propositi.


...

Dal dibattito organizzato da Massimo Montaruli, commissario comunale di Jesi di Forza Italia – Civici per le Marche con il coordinatore provinciale Daniele Silvetti, è emerso chiaramente che dalla prossima giunta regionale occorra una spinta nuova a sostegno dell’impresa e della capacità di accesso al credito che accompagna inderogabilmente la ripresa. All’incontro al Circolo Cittadino sono intervenuti i candidati jesini alle Elezioni Regionali del 20-21 Settembre Silvia Gregori e Alberto Possanzini.


...

"La direzione investigativa antimafia lo dice e lo ripete da anni nelle sue relazioni: Le Marche, come tutte le regioni adriatiche, sono regione di transito per compiere affari illeciti. .Sempre su questa linea la filosofa Sara Malaspina nel suo interessantissimo libro “ La criminalità organizzata nelle Marche” invita a valutare attentamente il rapporto pubblica amministrazione, banche e criminalità organizzata. Purtroppo nella nostra regione si registra un attivismo criminale polivalente.




...

"Il Pd cerca i penta stellati ma vengono snobbati. Il candidato pd alla presidenza li… convoca e quasi viene sbeffeggiato. Insomma il Pd ed i suoi succubi alleati cercano una sponda amica perché sentono che dopo 50 anni le Marche stanno per virare.