vj: Doppio show di Panariello all'inaugurazione della nuova maxi-sala Bingo

30/11/-0001 -
Inaugurata ieri sera la nuova sala Bingo 'Nuova Fortuna' alla Baraccola; presenti le autorità cittadine, ma soprattutto Dario Ballantini da 'Striscia la Notizia' e il comico toscano Giorgio Panariello che ha saputo intrattenere il folto pubblico con le sue gags.

da Redazione


Ospiti d'eccezione per l'inaugurazione di ieri sera della nuova maxi-sala Bingo 'Nuova Fortuna', allestita a tempo di record (appena 80 giorni) alla Baraccola vicino al centro Mirum: Giorgio Panariello e Dario Ballantini.

Dopo il taglio del nastro da parte del sindaco Sturani e alla presenza dell'assessore regionale alla cultura e autore di Panariello Giampiero Solari, il comico toscano, come un vero matador, ha intrattenuto la sala colma fino alle ore piccole con due monologhi tutti ispirati alle festività natalizie. I regali, il cenone, le spese...l'irruente comicità dall'accento toscano ha strappato le risate del pubblico, così come direttamente da 'Striscia la Notizia' il trasformista Dario Ballantini si è mescolato alla folla con le sue divertenti imitazioni di Gianni Morandi e l'immancabile Valentino.

Panariello, attualmente impegnato a Roma nelle audizioni per il prossimo festival di Sanremo di cui sarà il presentatore, invitato a partecipare all'inaugurazione della sala si è detto contento di accettare e di ritornare in una città, Ancona, che gli 'ha sempre portato fortuna', da lui amata e ben conosciuta. La nuova sala Bingo appartiene all'imprenditore anconetano Tommaso Fioretti a cui Panariello è legato da un contratto che lo impegna a presenziare a tutte le prossime inaugurazioni di sale Bingo in Italia di proprietà Fioretti.

La nuova struttura della Baraccola offre oltre 1000 posti (fumatori e non fumatori sono separati da una parete di vetro), un ristorante sempre attivo e un bar, così come l'utilizzo di tecnologie sofisticate rende più agevole e funzionale il gioco.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 01 ottobre 2003 - 2483 letture

In questo articolo si parla di