vj: 'La Russia dalla A alla Z': Osimo e la Russia sempre più vicine

3' di lettura 30/11/-0001 -
Dal 12 Dicembre al 12 Gennaio Osimo incontra la Russia: una mostra fotografica a Palazzo Campanelli, performances teatrali, proiezioni cinematografiche ci guideranno alla scoperta del grande paese dell'Est.

di Michela Sbaffo
osimo@viverelemarche.net


L'ambasciatore della Federazione Russa in Italia, Alexey Meshkov, è tornato oggi nella 'sua' Osimo, di cui è cittadino onorario dallo scorso 18 Settembre, per presentare assieme al suo staff 'La Russia dalla A alla Z', un 'mese di cultura russa' che, organizzato dall'Associazione Marche-Russia con il patrocinio della Regione e del Comune di Osimo, coinvolgerà la città dal 12 Dicembre al 12 Gennaio: stages didattici, performances teatrali, proiezioni cinematografiche permetteranno a tutti gli interessati di conoscere più da vicino l'identità contemporanea della Russia, un grande paese che ha contribuito alla creazione delle radici culturali dell'Europa e che in questi ultimi anni sì è particolarmente avvicinato all'Italia ed alla nostra stessa regione. Proprio nel 20 Gennaio di questo anno si è infatti formata l'Associazione Marche-Russia che, guidata dal presidente Franco Guercio e con sede ad Osimo, si propone di consolidare e sviluppare il già ricco insieme di rapporti economico-culturali-turistici tra Italia e Russia.

'La Russia dalla A alla Z' si configura quindi come un progetto culturale e dinamico al fine di 'toccare con mano' la realtà moderna del grande paese dell'Est e rimuovere così qualsiasi falso paradigma o stereotipo sedimentatosi negli anni nel nostro immaginario collettivo. Fiore all'occhiello della kermesse che porterà la città di Osimo a 'parlare in russo' per un mese è l'esposizione realizzata dall'Agenzia di Stampa Ria Novosti, diretta da Sergey Startsev, un reportage fotografico che, scatto dopo scatto, in 50 istantanee, racconta la multiforme realtà economica, sociale e culturale della Russia contemporanea: avvenimenti recenti, drammatici o gloriosi; la vita quotidiana a fianco dei summits politici che segnano l'apertura del grande paese dell'Est all'Europa ed anche all'Italia; simboli e scorci della terra russa.

La mostra, già presentata a Siena, Bolzano e Napoli, giunge oggi nella città osimana e sarà ospitata da Palazzo Campanelli fino al 12 Gennaio 2006 (orario d'apertura al pubblico: 18.00 - 20.00). Lo scambio culturale sarà totale con l'allestimento nell'autunno-inverno del 2006 nel Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Mosca di una retrospettiva sui più importanti artisti marchigiani del xx secolo, esposizione che sarà poi riproposta ad Ancona nel 2007. A coronare l'intesa tra Osimo e il grande paese dell'Est, entro breve la nostra città si stringerà in gemellaggio socio-economico culturale con una città moscovita, che si andrà perciò ad aggiungere alla rosa delle città già 'sorelle' di Osimo.





Un momento della conferenza



Un momento dell'inaugurazione della mostra fotografica



La sala dell'esposizione








Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 01 ottobre 2003 - 1655 letture

In questo articolo si parla di