Da ex mugnaio a re delle slot machines

30/11/-0001 -
La storia di Giulio Marconato, il creatore del Paradise Play Center, trevisano DOC.



Nato a Treviso nel 1946 si trasferisce prima a Milano, poi a Castellanza Varese. Le sue prime esperienze lavorative a Busto Arsizio: per tre anni collabora con la ditta Sartori e De Giacomi.

A soli 23 anni approda a Milano Marittima, dove inizia firmando cambiali e lavorando 20 ore al giorno. Grazie alle slot machine riesce a guadagnare fino a tre stipendi.
Apre sale da gioco in tutta la Lombardia, con la media di un locale al mese.

E' un ottimo riparatore delle sue stesse Slot e contemporaneamente ne cura la vendita e la gestione.

Nel 1982 a Padova una tappa importante: l'apertura dell'Ice Bowling di cui è sociao al 50%.

Ma il suo destino di lavoratore instancabile è legato alla Regione Marche.
Dal 1991, con la preziosa ed efficeiente collaborazione dell'iraniano signor Anoush gestisce il Paradise a Monsano, la più grande struttura del genere in Italia che si stende su un'area di 10.000 metri quadrati.

E' prevista a breve l'apertura di un'hotel in stile EuroDisney che andrà a completare l'imponente struttura di Monsano, fiore all'occhiello anche dell'amministrazione comunale, grazie alle forti sinergie trovate nello schivo uomo del nord dal nome Giulio Marconato. Marconato non abbandona mai i suoi sigari toscani, nemmeno nei suoi frequenti viaggi a Varese dove il figlio gestisce un'avviata attività nel settore degli impianti di sicurezza e allarmi.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 02 agosto 2005 - 4746 letture

In questo articolo si parla di