vj: Problema del bitume spiaggiato: serve un campionamento

30/11/-0001 -
I comitati cittadini scrivono alla Procura della Repubblica, alla Regione, alla Provincia e all'ARPA Marche in merito allo spiaggiamento del bitume e alla necessità di campionamento.

dal Comitato del 25 Agosto
www.comitati-cittadini.net


In riferimento alle segnalazioni inoltrate dalle scriventi Associazioni relative ai periodici spiaggiamenti di bitume e/o riemersione dello stesso per l’azione del moto ondoso sulla ghiaia e la sabbia delle spiagge nel tratto di litorale compreso tra Senigallia e Falconara M.ma;

constatato

che il bitume, in scaglie indipendenti o agglomeratosi insieme a sassi e/o alghe, talvolta non viene tempestivamente rimosso dalle spiagge (es.: quartiere Villanova di Falconara) provocando il contatto con esso dei bagnanti e, quindi, la sua aderenza a parti del corpo dei medesimi; che la rimozione dalla spiaggia del bitume suddetto talvolta avviene da parte degli utenti stessi delle spiagge i quali non sono certamente competenti ed autorizzati alla rimozione della sostanza inquinante;

considerato

che le scriventi Associazioni sono portatrici di interessi specifici nel territorio falconarese e sulle relative spiagge interessate dalla presenza di bitume, nonché che le medesime sono state ammesse ad interagire con propri Periti/Consulenti nel procedimento penale relativo all’incendio nell’area bitumi della raffineria API di Falconara M.ma dell’8 Settembre 2004 in qualità di parti lese;

ritenuta

di estrema importanza una valutazione oggettiva riguardo la provenienza del bitume, la quantità e l’estensione nel tempo dell’eventuale danno ambientale arrecato dalla sostanza in oggetto;

rilevato

altresì che in alcune occasioni i Tecnici dell’ARPA Marche hanno campionato il bitume presente lungo gli arenili al fine di individuarne le caratteristiche chimiche e fisiche, a seguito delle segnalazioni inoltrate dalle scriventi Associazioni (ultima, in ordine di tempo, in data 16/08/2005);

si segnala

la situazione alla Magistratura affinché venga a conoscenza della situazione creatasi sul litorale di Falconara, per doverosa informazione

si chiede con urgenza

a quanti in indirizzo e nell’ambito delle rispettive competenze, che:

- proseguano i prelievi ed il campionamento del bitume che viene segnalato lungo gli arenili dagli utenti delle spiagge e dalle Associazioni, soprattutto successivamente al verificarsi di moti ondosi marini;

- vengano impartite urgenti disposizioni alle ditte che sono autorizzate alla pulizia delle spiagge di separare e pesare il bitume rinvenuto, sia esso in scaglie indipendenti, agglomeratosi, con ciottoli, con ghiaia e/o con alghe ovvero “spalmato� su scogli o parte di essi;

- vengano impartite urgenti disposizioni per la comunicazione dei dati relativi al ritrovamento ed alla pesatura del bitume all’Agenzia competente che collabora con codesta Procura della Repubblica nelle indagini relative alle conseguenze dell’incendio dell’8/9/2004 al settore bitumi della raffineria API di Falconara M.ma.

In attesa di un cortese riscontro anche ai sensi dell'art. 328 c.p. comma 2, così come modificato dalla Legge 26/4/90 n. 86; cogliamo l’occasione per porgere distinti saluti.

La pagina con l'elenco degli incidenti

La pagina attualità con tutte le ultime NEWS



www.comitati-cittadini.net

"... L'esercizio del potere di controllo dal basso è faticoso e poco gratificante ma NON E' BARATTABILE!"

("Vajont 9 Ottobre '63" - M.Paolini G. Vacis)





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 24 agosto 2005 - 2259 letture

In questo articolo si parla di