Quantcast

Bello: "Importante la cooperazione internazionale"

1' di lettura 30/11/-0001 -
Il Comune di Ostra Vetere, quale Comune d’Europa ed iscritto all’Associazione dei Comuni e delle Regioni europee, vede nell’azione di cooperazione internazionale un’importante opportunità anche per l’avvio di processi di sviluppo economico, di partenariato e di solidarietà e, per la posizione geografica delle Marche, è naturale che l’attenzione del nostro territorio e delle realtà che vi operano vada anche nell’area dell’Adriatico.



Ed in questo dobbiamo farci aiutare dall’Europa ed utilizzare le misure economiche-sociali mese a disposizione dai programmi dell’Unione.
E’ legittimo ed auspicabile che anche i Comuni facciano la loro parte.
Sintetizza così il Sindaco di Ostra Vetere e Consigliere provinciale di Ancona, Massimo Bello, di ritorno dalla visita ufficiale in Bosnia ed Herzegovina, l'esito della missione istituzionale che lo ha visto ospite delle città di Citluk-Medjugorie, Mostar e Sarajevo, insieme al Sindaco di Poggio San Marcello, Tiziano Consoli, che in quei giorni siglava già l’accordo di gemellaggio con la città di Citluk-Medjugorie.
I due Sindaci italiani, facendo tappa nella città di Sarajevo, hanno incontrato l’Ambasciatore italiano Alessandro Fallavolita ed il Presidente della Federazione della Bosnia ed Herzegovina Niko Lozancic.
Scopo degli incontri e della visita sono stati quelli di contribuire a percorrere nuove strade di collaborazione e di partenariato tra i rispettivi Comuni italiani e quelli bosniaci per coniugare sviluppo e coesione sociale.

Testo alternativo
Clicca per ingrandire





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 ottobre 2005 - 1829 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV