Quantcast

Arcevia: Le eccellenze delle Marche in onda su Tvrs

2' di lettura 30/11/-0001 -
Le eccellenze delle Marche ad Arcevia. La celebre trasmissione di TVRS, appuntamento fisso per gli amanti del turismo e dei luoghi più belli della Regione, si occuperà del Comune dell’entroterra della provincia di Ancona nella puntata di mercoledì 19 ottobre, che andrà in onda alle ore 12,50 su Tvrs e in replica, sabato 22 alle ore 7,10 e alle ore 20,50.

dal Comune di Arcevia
www.arceviaweb.it


Ulteriori repliche sono previste nelle edizioni notturne di martedì 25, giovedì 27 e sabato 29 con inizio alle ore 01,35.
La troupe di “TVRS� ha effettuato le riprese la scorsa settimana, riservando grande attenzione alle bellezze ambientali, storiche ed artistiche presenti nel territorio comunale.
“La presenza di Arcevia della trasmissione televisiva ‘Le Eccellenze delle Marche’ rappresenta� secondo il Sindaco Silvio Purgatori� non solo un omaggio alla bellezza di Arcevia ma anche un riconoscimento alle iniziative dell’Amministrazione, dei Comitati dei Castelli e delle frazioni, delle Associazioni e della Pro-Loco per valorizzare le ricchezze della nostra zona e per farle conoscere nel circuito turistico nazionale.
Le manifestazioni programmate durante l’estate, la Notte Bianca, il Premio E. Mannucci, Arcevia in Jazz, la Festa dell’Uva ed in particolare la mostra Cibi e Sapori nelle Marche Antiche, aperta fino al 30 ottobre, hanno superato i confini regionali.
Incoraggiati da questi risultati ci impegneremo, come Amministrazione per fare ancora meglio in futuro nell’intento di promuovere e consolidare Arcevia come punto di riferimento turistico di tutta la Valle del Misa�.
Al centro della trasmissione registrata la scorsa settimana, attraverso immagini, commenti ed interviste, verranno messi in luce i beni storici, archeologici ed artistici presenti nel Centro storico del capoluogo e i 9 Castelli medievali di Arcevia.
Ma le bellezze della cittadina marchigiana sono molteplici: dal giardino-parco Leopardi, conosciuto per la ricchezza e la varietà di piante e fiori fino alla Chiesa di San Francesco di Piazza ed alla Chiesa di Sant’Ansovino che risale all’XI secolo. Inoltre non si possono non citare il Teatro Misa, gli scavi neolitici di Cannelle e la necropoli gallica di Montefortino.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 ottobre 2005 - 1503 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV