Quantcast

Materna Sbriscia in festa

2' di lettura 30/11/-0001 -
Materna Sbriscia in festa per l’inaugurazione ufficiale della nuova ala della scuola. E sarà una festa non solo per gli 81 bambini che frequentano le tre sezioni. Perché la dirigente scolastica Rita Bigelli ha opportunamente chiamato a raccolta anche tutti gli “ex sbriscini” per invitarli ad ammirare la loro scuola finalmente ristrutturata ed ampliata.

dal Comune di Jesi
www.comune.jesi.an.it


La cerimonia è in programma domani pomeriggio (venerdì 4) alle 15.30, alla presenza del sindaco Fabiano Belcecchi, del vescovo Oscar Serfilippi, degli assessori ai lavori pubblici Rossana Montecchiani e ai servizi educativi Paolo Cingolani, oltre alle autorità scolastiche. Allieterà l’inaugurazione la banda musicale di bambini dell’ex Sbriscia, mentre gli alunni che frequentano la scuola si cimenteranno in alcuni cori.

Lo “Sbriscia” di viale Verdi è oggi una delle scuole materne più belle della città, ospitata in una villa ottocentesca affacciata su un grande parco. I lavori ne hanno ampliato le dimensioni e garantito tutti quegli accorgimenti che ne consentono non solo il rigoroso rispetto delle normative vigenti, ma anche la piena armonia architettonica. L’intervento, infatti, realizzato con la supervisione della Soprintendenza, ha permesso di creare più ambienti: una grande sala di refezione, nuovi bagni, un ascensore, nuove scale ed il pieno recupero del piano secondo, oltre alla completa sistemazione del tetto. Lavori che si sono protratti per lunghi mesi e che hanno restituito all’Istituto comprensivo San Francesco una scuola davvero funzionale, capace di ospitare le tre sezioni, e liberando così l’ala del “Collodi” dove era stata trasferita nel frattempo una sezione.

L’investimento complessivo per tale intervento è stato di poco inferiore ai 400 mila euro e si è concluso nei tempi previsti, permettendo alla scuola di poter aprire regolarmente il primo giorno di scuola.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 novembre 2005 - 1323 letture

In questo articolo si parla di