Quantcast

I Verdi Falconara sono pronti al contronto con i partiti

3' di lettura 30/11/-0001 -
I Verdi di Falconara dichiarano in una lettera aperta di essere disponibili al confronto con le forze politiche locali sul futuro dell'Api e le scelte urbanistiche.

dal Coordinamento dei Verdi Falconara


Ai segretari dei partiti :
Democratici di Sinistra - Falconara
Margherita - Falconara
Rifondazione Comunista - Falconara
Socialisti Italiani - Falconara
Repubblicani Europei – Falconara


Alla luce della presentazione da parte dell’attuale maggioranza del documento con le linee programmatiche prioritarie per la legislatura 2006-2011, i VERDI FALCONARA accettano l’invito e si dichiarano pronti al confronto.

La nostra storia ed il consenso datoci dai falconaresi in questi anni ci spingono a cercare il dialogo per contribuire alla costruzione di un progetto forte e coeso capace di cogliere tutte le sensibilità ed istanze necessarie a rendere il futuro di questa città certo, migliore e condiviso.

La nostra azione politica, oggi come in passato, è il nostro biglietto da visita. In nome della coerenza con i nostri principi abbiamo sempre avuto il coraggio di scelte sofferte, come il rimanere all’opposizione con maggioranze di centro sinistra, per questo chiediamo chiarimenti e certezze sugli obiettivi che si pone questa coalizione.

Pensiamo che vada valutata una diversa scala di orizzonti, più attenta al locale pur non perdendo di vista lo scenario complessivo.
La passata legislatura si è posta obiettivi molto ambiziosi per realizzare un’idea di città che forse i cittadini neanche conoscevano; noi crediamo sia importante rimodulare queste scelte verso una maggiore ragionevolezza e misura, così come una maggiore vicinanza ai bisogni ed ai sogni dei cittadini.

Alcuni temi che meritano un approfondimento significativo:
- La scelta e la programmazione del futuro dell’area API (raffinazione e nuove centrali), dove la programmazione è fondamentale per garantire un reale sviluppo sostenibile e compatibile con il nostro territorio.
- le scelte urbanistiche per il futuro delle diverse aree della città devono aprirsi al confronto con le proposte del territorio e il disegno di scenari alternativi (anche in relazione al precedente punto).
- il coinvolgimento dei cittadini nelle scelte di governo deve essere l’architrave su cui sviluppare gli strumenti per una politica realmente partecipata.
- la gestione dei servizi dovrà sposare le esigenze provenienti da tutti gli interlocutori del nostro ambito territoriale, in una prospettiva di sviluppo solidale e mutualistico.
- I criteri per la valorizzazione del nostro territorio e per le progettualità locali devono mirare al miglioramento della qualità della vita complessiva dei cittadini e non semplicemente tramite l’occupazione dello spazio residuo disponibile.
- la cultura richiede che sia realizzata la prospettiva di una progettualità partecipata e aperta a tutti i soggetti sociali, locali e non, interessati dalla creazione di nuove fonti di conoscenza, informazione e accrescimento della consapevolezza.

Alla luce della grande affluenza di falconaresi alle primarie dell’Unione, riteniamo che anche la scelta del candidato Sindaco di Falconara possa avvenire tramite questo strumento di partecipazione democratica.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 05 novembre 2005 - 1293 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV