Quantcast

Gli studenti di Benghazy tornano a casa

2' di lettura 30/11/-0001 -
Partiranno questa mattina per far ritorno a casa gli studenti libici del liceo El-Fateh di Benghazy, ospiti per alcuni giorni del Liceo scientifico e linguistico “Leonardo Da Vinci” di Jesi.

dal Comune di Jesi
www.comune.jesi.an.it


Una visita ricca di momenti di incontri e confronti, che ha permesso ai giovani nordafricani di venire a contatto con la realtà scolastica italiana, ma anche di visionare importanti aziende della città, come accaduto anche ieri in occasione della visita al centro direzionale Esagono della Banca Popolare di Ancona e alla Fim.
Uno scambio di esperienze dall’alto valore educativo e sociale, destinato a svilupparsi in futuro con progetti di collaborazione tra le due scuole. Gli alunni del Liceo “Da Vinci”, come noto, erano già stati in Libia lo scorso aprile, dando il via ad un gemellaggio che ha coinvolto anche il Ministero della pubblica istruzione e il Consolato.
Nella loro permanenza a Jesi vi è stata pure l’occasione di assistere alla partita di pallacanestro tra la Sicc e Caserta dove, salutati dallo speaker, sono entrati subito nel clima festoso del tifo, sostenendo i colori gialloverdi. La stessa società di basket ha fatto dono ai ragazzi di simpatici gadget per ricordare questa esperienza. Nei vari appuntamenti istituzionali, tra cui anche l’incontro in municipio con il sindaco Fabiano Belcecchi, il gruppo di studenti ed insegnanti è stato accompagnato dagli assessori Leonardo Animali e Simona Romagnoli che, a loro volta, avevano rappresentato il Comune di Jesi nella trasferta dei nostri studenti nel paese nordafricano.
Vi è stato infatti fin dal primo istante l’impegno dell’Amministrazione comunale a supportare questo importante gemellaggio che è l’unica esperienza - quella tra una scuola italiana e libica - in Europa.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 15 novembre 2005 - 1469 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV