Quantcast

Primo convegno dedicato all’economia dello spettacolo

4' di lettura 30/11/-0001 -
Jesi organizza il primo convegno dedicato all’economia dello spettacolo dove si parlerà di tagli e risorse per l'arte e la cultura. In una due giorni di dibattito su come affrontare questa grave situazione saranno coinvolti economisti di fama internazionale, esperti di fund raising, operatori culturali ed esponenti del mondo delle imprese.

dalla Fondazione Pergolesi Spontini
www.fondazionepergolesispontini.com


I partecipanti al convegno assisteranno alla prima del dittico Cavalleria Rusticana e Gianni Schicchi venerdì 18 novembre alle ore 21 al Teatro Pergolesi.

Economisti di fama internazionale, esperti di fund raising, operatori culturali ed esponenti del mondo delle imprese parteciperanno ad una full immersione sul tema “Cultura della Cultura per lo sviluppo del territorio” che sarà organizzato dalla Fondazione Pergolesi Spontini e dalla Regione Marche.

Gli incontri si terranno nelle giornate di venerdì 18 novembre al Teatro delle Muse di Ancona e di sabato 19 novembre al Teatro Studio “Valeria Moriconi” di Jesi. I due appuntamenti proporranno una seria e pragmatica riflessione su come oggi si possa sostenere l’arte e la cultura e come l’investimento in cultura possa della creare valore e innescare processi di sviluppo. A Jesi, in particolare, verrà affrontato il tema “I progetti culturali: un investimento strategico delle imprese”: tale incontro risponde alla necessità di dare un segnale di superamento del disagio in cui versano oggi le organizzazioni culturali italiane. Dopo i tagli imposti al FUS dalla recente Finanziaria, l’intero settore è chiamato a sostenere una riorganizzazione orientata sempre più da una visione strategica e manageriale della gestione.

E’ prevista infine la partecipazione dei convegnisti alla prima delle opere “Cavalleria Rusticana” di Pietro Mascagni e di “Gianni Schicchi” di Giacomo Puccini, che verranno proposte al Teatro Pergolesi di Jesi venerdì 18 novembre alle ore 21 nell’ambito della XXXVIII Stagione Lirica di Tradizione.

Primo appuntamento delle due giornate di studio sarà il 18 novembre al Teatro delle Muse di ANCONA, con due successivi confronti: in mattinata (ore 9,30 – 13,30) sul tema “Economia della Cultura”; parteciperanno Gian Mario Spacca Presidente Regione Marche, il Sindaco di Ancona Fabio Sturani, l’Assessore regionale alla Cultura Giampiero Solari e – in qualità di relatori – Paolo Leon (Ordinario di Economia Pubblica Università degli Studi Roma Tre), Maurizio Cecconi (Direttore del Salone dei Beni e delle Attività Culturali di Venezia), Donatella Capresi, (Direttore dei progetti della Fondazione Musei Senesi), Claudio Orazi (Sovrintendente Fondazione Arena Verona), Fiorenzo Grassi (Direttore Organizzativo Teatridithalia), Maria Paola Merloni (Presidente Confindustria Marche), Gianfranco Imperatori (Presidente Fineco Asset Management e Segretario Generale Associazione Civita). A seguire, dalle ore 15 alle ore 18 per la tavola rotonda sul tema “Cultura e sviluppo del territorio: il Laboratorio Marche”, interverranno operatori ed esponenti di punta del panorama culturale regionale.

Nella giornata di sabato 19 novembre, dalle 9 alle 13, presso il Teatro Studio “Valeria Moriconi” di JESI si terrà il convegno “I progetti culturali: un investimento strategico delle imprese”. Interverranno il Sindaco di Jesi e Presidente Fondazione Pergolesi Spontini, Fabiano Belcecchi, l’Assessore provinciale Massimo Pacetti e il dirigente Servizio Cultura Regione Marche, Raimondo Orsetti. A seguire gli interventi su “Le soluzioni finanziarie per gli investimenti in progetti culturali”, con i relatori Pierluigi Sacco della IUAV Venezia (Il fund raising per la cultura, ovvero l’arte di coinvolgere nuove sfide e prospettive di sviluppo per le organizzazioni culturali), Michele Trimarchi dello IULM Milano (I finanziamenti pubblici e privati per gli investimenti in cultura), Massimo Sterpi dello Studio Legale Jacobacci (La defiscalizzazione dell’investimento culturale), Gian Mario Raggetti dell’EFINART – Università Politecnica Marche (L’impatto economico degli investimenti in attività culturali), il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi Federico Tardioli (Le fondazioni bancarie: una mission culturale), il Presidente Teatri S.p.A Gianfranco Gagliardi (L'esperienza di Fondazione Cassamarca: la gestione diretta attraverso le società strumentali). E ancora, sul tema “La cultura e la strategia d’impresa” , si terrà una tavola rotonda presieduta da Valerio Melandri (Philantropy Centro Studi Facoltà di Economia di Forlì – Università di Bologna) e da Paolo Celli (Centrale Etica e Vicepresidente Ass. Industriali di Forlì). Interverranno Francesco Casoli (Elica Group - Ass. Industriali della Provincia di Ancona), Maurizio Costa (Commissione Cultura, Confindustria), Adolfo Guzzini (iGuzzini illuminazione), Gennaro Pieralisi (Gruppo Pieralisi), Traiano Ruffo Campanelli (Comitato Regionale Giovani Imprenditori), Arnaldo Sciarelli (GE.R.AS. S.p.A. Gestione rischi assicurativi), Orietta Maria Varnelli (Distilleria Varnelli S.p.A.). Le conclusioni saranno a cura di Giampiero Solari, Assessore alla Cultura della Regione Marche





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 novembre 2005 - 1513 letture

In questo articolo si parla di





logoEV