Ascanio Celestini al Teatro Gentile di Fabriano con "Scemo di guerra"

30/11/-0001 -
Reduce dal grande successo riscosso alla Biennale di Venezia, arriva al Teatro Gentile di Fabriano il 15 dicembre, alle ore 21,15, Ascanio Celestini con “SCEMO DI GUERRA. Roma, 4 giugno 1944”, una produzione Fabbrica e La Biennale di Venezia.



Lo spettacolo sarà il secondo appuntamento della quarta edizione del “Teatro degli Esclusi”, rassegna diretta dalla compagnia Teatro Pirata e promossa dal Comune di Fabriano (Assessorato ai Servizi Sociali e Assessorato alla Cultura), in collaborazione con Centro Sociale “Un mondo a colori”, Istituto Tecnico Statale “G. Morea” e Coop. Il Tulipano. Sostengono la rassegna il Ministero per i beni e le attività culturali e la Regione Marche.

Ascrivibile, ma solo per comodità di catalogo, al cosiddetto teatro di narrazione, Celestini è in realtà un numero primo. Più che teatro di narrazione, si dovrebbe dire, nel suo caso, narrativa teatrale popolare. Perché il suo teatro è popolare, di quella popolarità pretelevisiva dei racconti di strada, delle veglie - quando ci si trovava, dopo cena, sull'uscio di casa, tra famiglie, a chiacchierare e a raccontare.

Salutato dalla critica come uno tra gli spettacoli più belli visti negli ultimi anni, “Scemo di guerra” nasce da una storia vera raccontata a Celestini dal padre scomparso un anno fa: è il racconto del 4 giugno 1944, giorno della Liberazione di Roma. Ascanio ricostruisce per noi quell’intreccio di storie, ascoltate sin da bambino, a proposito dei bombardamenti su Roma e dell’arrivo degli americani. Sono tutte storie senza pietà quelle raccontate da Celestini, eppure profondamente umane. La guerra non si sa neanche chi la decide e perché, le divise sono tutte eguali.

Incredibile Ascanio, sempre da solo, quasi sempre seduto, con qualche neon al posto delle consuete lampadine, interamente posseduto dalla voglia di raccontare, ma contemporaneamente capace di tenere compresenti episodi e fatti diversi, di far agitare in scena decine di personaggi.

Lo spettacolo ha debuttato l’1 e il 2 ottobre 2004 a La Biennale di Venezia. La casa editrice Einaudi ha pubblicato nella collana Arcipelago, il romanzo.

La rassegna Teatro degli Esclusi prosegue il 27 Gennaio alle ore 21,15 con TARGATO H. E’ prevista una replica riservata alle Scuole Superiori alle ore 10 del 27 gennaio. Il tema è quello dell’handicap, e in scena sarà proprio un attore disabile di straordinario talento, David Anzalone.

BIGLIETTERIA: Intero € 10.00, ridotto € 6.00

INFORMAZIONI
Teatro Pirata, Tel. 0731-56590, Ufficio scuola 0731/4243 box@teatropirata.com
www.teatropirata.com

Teatro Gentile Tel. 0732/259938, Ufficio scuola Tel. 0732-3644 teatrogentile@libero.it
www.teatrogentile.it





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 09 dicembre 2005 - 1646 letture

In questo articolo si parla di