Montecarotto: la cooperativa Gommus compie 20 anni

30/11/-0001 -
La cooperativa, che produce suole e tacchi in gomma e plastica, festeggia domani nel Teatro Comunale i risultati di due decenni di lavoro con il presidente dell’Alleanza Cooperativa Internazionale, Ivano Barberini, e con il presidente della Regione, Gian Mario Spacca.



La cooperativa Gommus di Montecarotto (An), che produce suole e tacchi in gomma e plastica, festeggia i venti anni di attività e lo fa con un incontro organizzato domani, venerdì 16 dicembre alle 16, nel Teatro Comunale di Montecarotto, promosso insieme con Legacoop Marche.
“1985 – 2005, l’esperienza Gommus 20 anni di cooperazione impresa e lavoro” sarà il tema del convegno a cui parteciperanno Simone Mattioli, presidente Legacoop Marche, Mirella Mazzarini, sindaco di Montecarotto, Enzo Giancarli, presidente della Provincia di Ancona, un appuntamento in cui il presidente della Gommus, Girolamo Badiali, racconterà, insieme con l’avvocato Claudio Pierini, la storia di questi venti anni dell’azienda. Seguirà un dibattito, coordinato dal direttore di Legacoop Marche, Stefania Serafini, su “L’impresa cooperativa tra sviluppo locale ed economia globale”, a cui interverranno Gian Mario Spacca, presidente della Regione Marche, Franco Buzzi, presidente dell’Associazione nazionale cooperative di produzione e lavoro Legacoop, Ivano Barberini, presidente dell’Alleanza Cooperativa Internazionale, Cesare Damiano, responsabile Lavoro dei Democratici di Sinistra, Francesco Casoli, presidente Assindustria Ancona.

Gommus, società cooperativa di produzione e lavoro, nasce nel 1985 a Montecarotto, grazie agli incentivi della legge Marcora e alla volontà di un nucleo di lavoratori della ex Igam e di nuovi soci che decidono di recuperare la struttura produttiva dell’impresa in chiusura.

Un’azione che permette di non mandare perduto un prezioso patrimonio di esperienze professionali e di costituire una piattaforma di sviluppo economico e sociale per il territorio. Dopo una fase di iniziale assestamento, nel corso del quale la cooperativa svolge un’ attività di produzione per conto terzi, nei primi anni ’90 la Gommus accede direttamente al mercato delle industrie calzaturiere in cui impiega il proprio potenziale di creatività e affidabilità.

Oggi la Gommus ha 11 soci e 56 dipendenti di cui 19 cittadini extracomunitari.
L’Italia copre il 70% dei mercati di riferimento mentre all’estero la Gommus produce per Spagna, Turchia, Germania, Francia, con un fatturato globale di 8,65 milioni di euro nel 2004 e una stima di 8,80 milioni nel 2005, con una produzione arricchita di recente dalle suole in termoplastico.

“Chi ha vissuto l’ansia e le difficoltà del mantenimento del posto di lavoro e del rilancio totale di una struttura produttiva – dice Girolamo Badiali, presidente di Gommus – acquisisce per sempre la convinzione che sia possibile far convivere la ricerca del profitto con gli ideali di solidarietà e mutualità. Da questa importante considerazione hanno origine le attuali espansioni della Gommus in India e in Argentina, progetti industriali e commerciali nei quali la congruità dei livelli salariali, la salubrità e la sicurezza degli ambienti lavorativi, lo sviluppo di azioni sociali sul territorio assumono la massima rilevanza”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 dicembre 2005 - 2455 letture

In questo articolo si parla di