Prove generali per il presepe vivente scout

30/11/-0001 -
A pochi giorni dal Natale uno degli appuntamenti da tenere bene in mente è senza dubbio il presepe vivente del gruppo Scout Jesi 2.

dal Gruppo Scout Jesi 2


Dopo lo straordinario successo della scorsa edizione premiato dai numerosi visitatori accorsi sfidando il tempo inclemente, i reparti del gruppo scout hanno deciso di replicare l'esperienza dando vita ad una nuova avventura ancor più suggestiva. Le rappresentazioni in costumi d'epoca e ricostruzioni fedeli di scene di vita quotidiana realizzate da circa 60 ragazzi si terranno a partire dalle ore 21 nei giorni di mercoledì 21 e giovedì 22 dicembre negli spazi retrostanti la chiesa di S. M. Kolbe. Qui, infatti, i visitatori cammineranno lungo un percorso che si snoderà tra varie ricostruzioni sceniche d’antiche arti e mestieri con effetti di luce e suoni e gustosi spuntini a base di caldarroste e bruschette. D’obbligo la fermata all’osteria che offrirà vin brulè aromatizzato per riscaldare i più freddolosi. Centurioni, fabbri, pastori, pescatori, lavandaie e odalische danzanti alla corte di Erode accompagneranno i visitatori sino alla capanna della Natività. La rievocazione rappresenterà un modo per conoscere le attività dei gruppi Scout ed avvicinarsi al mondo dello scoutismo considerato a volte in maniera riduttiva come un luogo di giovani in pantaloncini corti e fazzolettoni legati al collo. L’iniziativa non avrebbe comunque potuto concretizzarsi senza la disponibilità, la pazienza e i consigli del Parroco Don Gianfranco Rossetti, del vice Don Luca Giuliani e della Comunità Capi da sempre impegnata con simili iniziative a riunire quanti più ragazzi intorno alla Comunità Parrocchiale. A loro è rivolto un sentito e caloroso ringraziamento. L’ingresso al presepio sarà ad offerta ed il ricavato devoluto in beneficenza. Accorrete numerosi!





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 19 dicembre 2005 - 1703 letture

In questo articolo si parla di