Chiamatemi Kowalsky, il Ritorno

30/11/-0001 -
Venerdì 17 e sabato 18 febbraio la stagione del Teatro Pergolesi di Jesi – promossa dalla Fondazione Pergolesi Spontini e dall’Amat – propone Chiamatemi Kowalski. Il ritorno scritto e diretto da Paolo Rossi.

dall'Amat


Lo spettacolo - presentato dal comico milanese a distanza di 18 anni dal successo dello spettacolo Chiamatemi Kowalski, che lo fece conoscere al grande pubblico del teatro italiano - propone nuovi testi - frutto della collaborazione con Carolina De La Calle Casanova, Emanuele Dell’Aquila, Carlo Giuseppe Gabardini e Riccardo Piferi – e recupera i migliori brani - scritti con Gino e Michele, David Riondino e Giampiero Solari – di Chiamatemi Kowalski e degli spettacoli Operaccia Romantica, Sette Spettacoli e Pop & Rebelot, trilogia dove il personaggio di Kowalski ha fatto le sue apparizioni. Il tutto arricchito con fatti di vita vera, in un percorso quasi autobiografico dell’attore; “Il recital è una questione molto personale”, dichiara Paolo Rossi.

Dopo averlo visto confrontarsi con Shakespeare e Molière, e dopo aver seguito il Signor Rossi affrontare coraggiosamente la Costituzione e L'impero del male, il pubblico ritroverà l'attore alle prese con la forma teatrale che lo ha reso famoso: i monologhi ricchi di storie, a volte raccontate con ironia e cattiveria, a volte con un pizzico di poesia, senza dimenticare il rapporto con il pubblico, nello stile di delirio organizzato, caratteristico della sua compagnia Teatro di Rianimazione.

Accompagnato dalla cantante Syria e da una band (Emanuele Dell’Aquila, Alex Orciari e Marco Parenti), Rossi ci fa attraversare questi ultimi decenni. Punto di partenza dello spettacolo è un particolare incidente: dopo vent’anni, a furia di raccontare storie, il capocomico ha perso la sua: “Arriva un momento in cui i “cuentacuentos” non sanno più se quello che stanno raccontando è successo veramente o è frutto della loro immaginazione; è risaputo che i “racconta-storie” sono ladri, sono geni e soprattutto sono dei grandi bugiardi: la realtà si mischia alle storie e le storie si mischiano alla realtà. E se un “racconta-storie” perde le storie, cosa succede? Le storie non sono cose, oggetti. Le storie non si possono toccare, sono loro a toccare noi, a farci diventare cose od oggetti…”. Assistere a Il ritorno di Kowalski è come salire sulle montagne russe della memoria di Rossi.

Le scene dello spettacolo – prodotto da Paolo Guerra per Agidi – sono di Emanuele Crotti, la direzione musicale dal vivo è di Emanuele Dell’Aquila, il disegno luci di Loris Bartolini.

I biglietti per assistere allo spettacolo (da euro 30,00 ad euro 15,00) sono in vendita presso la biglietteria del Teatro Pergolesi tel. 0731 206888 (orario: 9.30 - 12.30 / 17 – 19.30) e all’Amat tel. 071 2072439 (orario: 9.30 – 16). Da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo (solo presso la biglietteria del teatro) si potranno acquistare dei biglietti “last minute” al costo ridotto di euro 15,00.

Vendita on-line su www.fondazionepergolesispontini.com, acquisto telefonico al numero verde 800 90 70 80. Inizio spettacoli ore 21.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 14 febbraio 2006 - 1400 letture

In questo articolo si parla di