Venerdì 3 marzo assemblea provinciale elettiva della CIA

30/11/-0001 -
In vista della propria assemblea provinciale elettiva (3 marzo a Jesi), la CIA di Ancona, date le attuali, irte difficoltà dell’agricoltura e le sfide che attendono tutte le organizzazioni agricole, ha invitato presidenti e direttori della Federazione Italiana Coldiretti, Unione Provinciale Agricoltori e Copagri ad un incontro – una sorta di “Tavolo di Concertazione” - presso la propria sede di Ancona nella mattina di mercoledì 1 marzo.

da CIA Ancona


Nelle lettere di invito sottolineati i pesanti oneri sull’agricoltura (costo del lavoro, contributi previdenziali, credito bancario, caro gasolio, ecc.), tradotti nel 2005 in un taglio netto del 9,6% dei redditi agricoli. Gravi problemi anche sul piano internazionale.
Nessun soccorso dalla manovra finanziaria 2006, priva di una rotta di ’assemblearipresa e sviluppo.
Di qui un’esigenza fortemente sentita dalla CIA ovvero un nuovo “Patto con la Società” per l’apertura di una nuova, più positiva e dinamica fase, una vera e propria “Costituente”, a cui sono interessate tutte le organizzazioni degli agricoltori, chiamate altresì a dar vita ad una “Consulta Permanente”.
In sintesi, un appello per una linea di convergenze: “per consolidare - scrive nelle lettere d’invito il presidente prov.le CIA, Marco Giardini - approcci ed azioni comuni che possano favorire un adeguato reddito ed un futuro all’agricoltura ed alla società nel suo insieme”.

Come scritto, l'assemblea elettiva della CIA di Ancona si svolgerà (slogan: “Patto – Unità – Reddito”) a Jesi, con inizio il mattino, presso il “Centro Docens” (Consorzio Zipa): circa 100 delegati, rappresentanti di istituzioni pubbliche e private fra cui anche il sindaco della città Belcecchi ed il presidente della Provincia Giancarli. Concluderà Carla Donnini della CIA nazionale.
Seguiranno il 16 l’assemblea regionale e il 23-24 quella nazionale a Roma. A Jesi Marco Giardini, presidente prov.le CIA - una funzione che svolge da 15 anni - lascerà il “ timone” al suo vice, Evasio Sebastianelli. Un rinnovamento nella continuità.
Marco Giardini, consigliere provinciale, rimane, tuttavia, nell’ambito CIA con la prestigiosa carica di responsabile nazionale del premio Bandiera Verde Agricoltura, a capo dell’Ass.ne Prodotti di Fattoria Tipici Marchigiani e, a livello prov.le, curerà il comparto territorio, turismo, agriturismo e prodotti tipici.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 25 febbraio 2006 - 1365 letture

In questo articolo si parla di