Giovane liberiano arrestato per tentato stupro

30/11/-0001 -
Arrestato un liberiano clandestino che in pieno giorno ha tentato di stuprare una negoziante di Jesi; fortunatamente la donna esperta di kick-boxing è riuscita a sfuggire all'aggressione.

di Linda Marconi
linda@viverejesi.it


Si chiama Simona Piersigilli, 32 anni di Jesi, proprietaria di un negozio di alimentari in via Marconi. Simona è sfuggita ad una dele peggiori violenze che nella vita di una donna possono accadere.
Un uomo nella giornata di ieri ha tentato di stuprarla alll’interno del suo negozio.
Sembrava uno dei tanti stranieri che, entrando nei negozi, tentano di vendere la loro mercanzia talvolta anche con toni fastidiosi.
Al momento dell’ingresso dell’uomo nel negozio erano presenti Simona Piersigilli ed una cliente.
L’uomo si è fatto insistente nel chiedere denaro tanto che la cliente, se ne è andata lasciando sola la ragazza.
A quel punto l’uomo ha iniziato a farle delle avances molto pesanti e prima che Simona potesse chiedere aiuto lui la ha afferrata tentando di usarle violenza.
In preda alla disperazione e alla paura la giovane donna lo ha picchiato furiosamente tanto da riuscire a sfuggirgli e a correre in strada gridando aiuto.
Un passante sentendo le urla della coraggiosa donna la ha soccorsa facendo fuggire l’aggressore, un liberiano di 27 anni, Robert Ferdinand , pregiudicato e con un decreto di espulsione inosservato alle spalle.
Subito sul posto sono corsi i carabinieri che pochi minuti dopo hanno bloccato l’uomo Dopo pochi minuti i carabinieri sono intervenuti sul posto riuscendo ad individuare l’uomo che poi è stato arrestato.
Robert Ferdinand è stato arrestato e l’amara vicenda si è conclusa.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 marzo 2006 - 1580 letture

In questo articolo si parla di