Fabriano: Consegna degli attestati del corso per Sommelier

30/11/-0001 -
Consegna degli attestati del corso per Sommelier di primo livello da parte della Delegazione Fabriano-Ancona, della Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori. Associazione fondata nel ’72 ed attualmente forte di 8.000 soci e 60 delegazioni create in ogni parte dello stivale.



Cinquanta i giovani provenienti dalla nostra provincia, tra cui molte rappresentanti del gentil sesso, che si sono ritrovati nella città della carta per parlare di vitigni autoctoni, pratiche enologiche particolari, ma anche di tradizioni, storia e paesaggio. Tutto questo, come detto, racchiuso in una serata-evento che ha richiamato al Hotel Ristorante “Marchese del Grillo” di Fabriano, anche esperti, estimatori, appassionati e cultori del vino.
La Famiglia D’Alesio al completo, infatti, ancora una volta ha aperto i suoi suggestivi locali al pubblico organizzando un incontro che posto il sigillo a poco meno di un anno d’attività di questo sodalizio. Tanta bella gente, quasi tutti giovani, che hanno ricevuto dal Delegato di zona, Lanfranco D’alesio, l’autorevole lasciapassare per entrare di fatto nel mondo degli esperti dell’enologia.
A dar man forte nella distribuzione dei documenti cartacei a D’alesio, gli enologi Umberto Gagliardi che ha presentato il Verdicchio di Matelica “Maccagnano” 2004, Dino Porfiri delle Cantine Fazi-Battaglia che ha proposto la degustazione del Rosso Conero “Passo del Lupo” del 2001 ed il presidente delle Cantine Belisario Antonio Centocanti, che ha esibito il Verdicchio di Matelica riserva “Cambrugiano” del 2003.
In questa stupenda villa nobiliare è andato quindi di nuovo in scena un periodo di oltre sedici anni di avvenimenti legati alla enogastronomia del territorio. “Incontri – sono parole del titolare Lanfranco D’Alesio – iniziati in tempi non sospetti che partirono dalle locali cantine Belisario di Matelica nel ’90 fino ad ospitare cantine simbolo delle più prestigiose produzioni italiane: Antinori, Frescobaldi, Biondi Santi, Borgogno, Ferrari e tanti altri blasoni, sconfinando pure in Francia, Stati Uniti”.

Per la cronaca va detto che l’organigramma della Delegazione di Fabriano ed Ancona della Fisar è composto dal delegato di zona Lanfranco D’Alesio, dal segretario Simone Stroppa, dal tesoriere Pietro Quercia ed i consiglieri Luciano Todisco e Alessandro Uffizialetti. In chiusura va rilevato l’ennesimo successo della celebrazione di tanti anni di degustazioni e cene tematiche, con menù imperniati sui prodotti tipici della vallata dell’Esino e dell’entroterra, preparati con estrema perizia dalla chef Emanuela Dalla Mora.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 08 marzo 2006 - 2672 letture

In questo articolo si parla di


Anonimo

08 marzo, 11:09
Si scrive "sommelier" con due "m".<br />
<br />
Ciao,<br />
Fabrizio<br />
<br />
--fabrizio teodosi

michele

08 marzo, 23:02
Grazie,<br />
ho corretto l'errore.