Maiolati Spontini: Carbini ringrazia l’artista Cimarelli

30/11/-0001 -
I complimenti del primo cittadino e l’augurio che “quella di Shanghai sia una tappa di un percorso artistico che ci porti a godere di nuove opere e rechi lustro anche al comune di Maiolati Spontini, che ha l’onore di annoverarla tra i suoi cittadini”.

dal Comune di Maiolati Spontini


Sono le parole che il sindaco Giancarlo Carbini rivolge in una lettera a Dionisio Cimarelli, giovane scultore maiolatese che sta ottenendo apprezzamenti e riconoscimenti nel mondo.
L’ultimo evento che l’ha visto protagonista è stata una mostra personale di sculture e disegni tenuta a Shanghai, al Consolato generale d’Italia.
Un’esperienza che ha portato le autorità cinesi a premiare Cimarelli come “autore che si adopera per stabilire stretti rapporti di collaborazione tra l’Italia e la Cina”. Una soddisfazione, come sottolinea il sindaco Carbini, anche per il Comune dove Cimarelli è nato e con il quale tiene stretti contatti.
Il catalogo della mostra dello scultore maiolatese è stato stampato anche in lingua cinese, mentre il Consolato ha realizzato un documentario su Cimarelli e la sua mostra girato dalla “Oriental Shanghai TV” e mandato in onda sul “Canale Arte”.
I dvd e il catalogo saranno distribuiti a Gallerie d’arte e a personaggi italiani in visita a Shanghai. La mostra in Cina è solo la tappa più recente di una carriera che ha visto l’artista maioltese esporre a Oslo, Berlino e Potsdam in mostre personali e in tante altre capitali d’Europa, degli Stati Uniti e dell’Asia insieme ad altri artisti. Nel 2004 proprio a Maiolati, nella chiesa della Cancellata, l’Amministrazione comunale aveva organizzato una mostra personale per far meglio scoprire Cimarelli ai suoi concittadini, visto che da giovanissimo è partito dalle Marche per approdare a Parigi, al Louvre come restauratore, e poi in diversi paesi europei dove ha fatto molteplici esperienze.
Cimarelli ha avuto una singolare evoluzione nel campo della scultura e dei disegni dai primi anni 80 ad oggi. Il suo percorso artistico lo ha condotto da una fase iniziale, scultorea e astratta, con ispirazione all’arte surrealista, fino alla scultura odierna, di tipo classico, figurativo e realistico.
Le sue sculture in bronzo hanno partecipato alla biennale di Pechino, ha svolto attività di scultore e restauratore in Europa, America ed Asia tenendo lezioni e conferenze presso prestigiose Università e Accademie d’Arte.

Durante la conferenza a Shanghai lo scultore e medaglista Zhao Qiang, designer presso la Zecca di Shanghai, ha voluto donare una sua medaglia commemorativa su Matteo Ricci a Dinisio Cimarelli, affermando che “non solo il Maestro è originario della stessa regione, le Marche, da cui proviene Matteo Ricci, ma come il grande missionario italiano si adopera per stabilire stretti rapporti di collaborazione tra l’Italia e la Cina”. Ha inoltre proposto allo scultore italiano di creare insieme una medaglia commemorativa per il 2006, anno dell’Italia in Cina.
“Si auspica che Dionisio Cimarelli – ha scritto l’esperta di cultura Paola Vergara Caffarelli – possa incrementare ancora e ulteriormente sviluppare i suoi rapporti e scambi culturali con il mondo artistico cinese e che le sue ricerche, volte a far rivivere in un linguaggio moderno le bellezze dell’antica scultura classica europea, possa incoraggiare gli scultori cinesi ad ispirarsi maggiormente alla forza, alla raffinatezza e all’eleganza dei loro plurimillenari modelli artistici”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 08 marzo 2006 - 2019 letture

In questo articolo si parla di