Beltrami esploratore del Messico e scopritore delle sorgenti del Mississippi

30/11/-0001 -
Il 20 Marzo, alle ore 10,30 nell’Auditorium del Liceo Ginnasio di Stato “Eugenio Montale” di Roma, verrà inaugurata nei saloni d’entrata, la mostra Giacomo Costantino Beltrami.

da Chiara Azalea


Il 20 Marzo, alle ore 10,30 nell’Auditorium del Liceo Ginnasio di Stato “Eugenio Montale” di Roma, verrà inaugurata nei saloni d’entrata, la mostra “Giacomo Costantino Beltrami (1779-1855) esploratore del Messico e scopritore delle sorgenti del Mississippi agli inizi dell’800” organizzata dal Centro Internazionale di Studi Geocartografici storici, laboratorio di ricerca dell’Editore Ernesto Paleani di Cagli, con il patrocinio della Regione Marche, della Comunità del Catria e del Nerone, della Provincia Pesaro Urbino, del Comune di Apecchio, del Comune e del Museo di Filottrano.

La mostra che sarà a disposizione dei visitatori fino al 2 aprile, contempla un’articolata e ricca esposizione, composta da quadri, scritti inediti e testimonianze, il tutto finalizzato a tenere alto il ricordo di un personaggio che rese onore al nome dell’Italia agli inizi dell’800, e di cui è decorso in silenzio il centocinquantesimo anno dalla sua morte.

Il coordinamento scientifico è curato dal prof. Francesco Bonasera Finzi, la trascrizione delle lettere manoscritte del Beltrami da Glauco Luchetti - deceduto nel 2004 - mentre gli aspetti inerenti la botanica sono curati da Eleonora Benni e la ricostruzione cartografica dei percorsi del Beltrami nel Messico da Ernesto Paleani I 36 quadri e 20 tra disegni e acquerelli dedicati alla rappresentazione degli indiani messicani della California meridionale e del Mississippi, che arricchiranno la mostra, sono il frutto del genio artistico del pittore viterbese Silvano Moretti.

L’editore Paleani, presenterà inoltre l’opera edita nel 1830 in due volumi di Giacomo Costantino Beltrami “Le Mexique” e tradotta da Glauco Luchetti di Filottrano “Giacomo Costantini Beltrami e il Messico” che attraverso 13 lettere inedite ripercorre il percorso dell’esploratore alla scoperta del Messico. Verrà inoltre realizzato un catalogo, nel quale sarà condensata la vita di un grande personaggio, al quale l’America ha dedicato una Contea: la Beltramy County, abitata da circa 40mila cittadini.

Molti personaggi illustri sono stati invitati a visitare la mostra, tra i quali esponenti dell’Ambasciata del Messico presso lo Stato italiano, presso la Santa Sede e presso la FAO, della presidenza della Repubblica, dell’ambasciata americana, e rappresentanti della cultura dei ministeri della Pubblica Istruzione e dei Beni Culturali, della Regione Marche e Lazio, delle Provincie marchigiane e laziali.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 10 marzo 2006 - 2215 letture

In questo articolo si parla di


Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque