x

SEI IN > VIVERE JESI >

A scuola di...raccolta differenziata

4' di lettura
1797
EV

Un grande successo, ed un pieno coinvolgimento dei partecipanti (circa 20 studenti, tra ragazzi e ragazze, e 3 insegnanti della Scuola Media Statale Giambattista Pergolesi di Monsano), per la visita guidata ad Asti, organizzata dal Consorzio CIR33 e dal Comune di Monsano, presente con l’Assessore all’Ambiente e Assetto del Territorio, Mauro Tomassoni.

dal Comune di Monsano

Il CIR33 ha messo a disposizione del Comune di Monsano, particolarmente sensibile alle modalità di gestione dei rifiuti e alle possibili fonti di recupero degli stessi, la propria struttura per organizzare la visita presso alcune delle principali realtà nel settore dei rifiuti, in particolare presso la A.S.P. S.p.A.-Asti Servizi Pubblici S.p.A. e la G.A.I.A. S.p.A. - Gestione Ambientale Integrata dell’Astigiano S.p.A., rispettivamente gestore della raccolta dei RSU di Asti e gestore degli impianti di trattamento dei rifiuti, con l’intento di sensibilizzare i giovani in merito ai problemi ambientali, soprattutto diffondere la convinzione e la consapevolezza che il rifiuto costituisce una risorsa da valorizzare.
Nel primo pomeriggio del 9 marzo la scolaresca ha incontrato la Asti Servizi Pubblici, società che svolge servizi di igiene urbana in ben 32 comuni e 100 aziende della provincia di Asti incluso il capoluogo.
Le classi del Comune di Monsano hanno avuto l’opportunità di verificare come è organizzato un sistema di raccolta differenziata efficace ed efficiente, considerato che la raccolta differenziata realizzata dalla A.S.P. ha registrato nel mese di gennaio 2005 una percentuale del 56% con il sistema ‘porta a porta’.
A grandi linee i servizi gestiti sono: raccolta e trasporto dei rifiuti urbani, rifiuti speciali assimilati, rifiuti urbani pericolosi, raccolta rifiuti ingombranti, raccolta differenziata, spazzamento e pulizia strade, lavaggio meccanizzato di vie e piazze.
Il giorno dopo, c’è stato un incontro con la G.A.I.A. S.p.A.- Gestione Ambientale Integrata dell’Astigiano S.p.A., una società a capitale pubblico di proprietà dei Comuni della Provincia di Asti (114 Comuni per un totale di circa 210.000 abitanti) la quale ha il compito di gestire il processo di recupero e/o smaltimento dei rifiuti urbani. Per assolvere a questo impegno G.A.I.A. ha realizzato un Sistema Integrato per la gestione dei rifiuti, cioè un sistema concretizzato mediante la sinergia tra le 14 Stazioni Ecologiche a supporto della raccolta differenziata dislocate sul territorio provinciale, l’Impianto di Valorizzazione di materiale proveniente dalla raccolta differenziata e quello di Pretrattamento, l’impianto di Compostaggio della frazione organica selezionata e la Discarica per rifiuti non pericolosi.
I giovani hanno visitato l’Impianto di Compostaggio per la produzione di compost di qualità, l’Impianto di Pretrattamento per i rifiuti urbani indifferenziati e l’Impianto di Valorizzazione della raccolta differenziata.

Per Mauro Tomassoni, il viaggio ha rappresentato “una importante occasione per fare acquistare ai ragazzi una decisiva consapevolezza nel campo della raccolta dei rifiuti; hanno visto con i loro occhi che riciclare, anche con grandi percentuali, è possibile, e doveroso.
Un viaggio proficuo, alla luce soprattutto del nuovo sistema di raccolta e gestione dei rifiuti, che il Comune di Monsano attuerà entro l’anno, in sinergia con il CIR33”. Lo scopo primario che il CIR33 vuole infatti realizzare attraverso questa e numerose altre iniziative future che si intraprenderanno, è quello di gettare le basi per la crescita (in alcuni casi, per la nascita) di una cultura ambientale, fondata sulla convinzione che i rifiuti urbani costituiscono una materia ricca di possibilità di utilizzo, nonché una valida fonte di energia, in un’ottica di sviluppo sostenibile, al servizio delle generazioni future. Coerentemente con tale obiettivo, il CIR33 vuole raggiungere gli obiettivi fissati dal Decreto Ronchi, mettendo in atto il processo di miglioramento continuo delle proprie prestazioni, nel completo rispetto dell’ambiente e delle esigenze della collettività e invita tutti i Comuni del Bacino n. 2 a sensibilizzare i propri cittadini attraverso iniziative simili in collaborazione con il CIR33. Con la cortesia di una gentile pubblicazione, grazie.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 17 marzo 2006 - 1797 letture