Approvato il progetto di completamento di viale Trieste

30/11/-0001 -
Montecchiani: "Un progetto che non solo restituisce pieno decoro a uno dei viali storici della città, ma rende più efficace e funzionale il collegamento pedonale tra stazione e centro storico".

dal Comune di Jesi
www.comune.jesi.an.it


È il progetto di completamento di viale Trieste, definitivamente approvato dalla Giunta che ha dato mandato agli uffici di predisporre la relativa gara d’appalto da svolgersi entro la primavera.
Tale asse viario costituirà il fulcro attorno al quale si svilupperanno i successivi interventi di recupero dell’intera zona decisi dal Comune insieme ai residenti attraverso il primo innovativo laboratorio di progettazione partecipata.
I lavori di completamento di viale Trieste, per un importo di circa 310 mila euro, interessano il tratto compreso tra via Giacomo Acqua e via XXIV maggio e mutuano le soluzioni tecniche ed architettoniche già utilizzate con il primo intervento nel tratto tra via XXIV maggio e la stazione.
Dunque, rimozione dell’attuale sede stradale e nuovo manto d’asfalto, sostituzione dei marciapiedi con mattonelle, rimodellamento delle aiuole che delimitano la fila alberata arricchite con piante e fiori e ampliamento del passaggio pedonale centrale.
L’arredo sarà completato con panchine, cestini portarifiuti e nuovo impianto di illuminazione. In prossimità della coppa giratoria all’incrocio con via Giacomo Acqua sorgerà una rotatoria di dimensioni adeguate per agevolare il traffico veicolare.
Come nel tratto già completato, anche in questo le dimensioni della carreggiate saranno leggermente ridotte, così da scongiurare la sosta vietata nell’asse centrale e renderla invece più funzionale nelle due bretelle laterali.
Una volta completati i lavori viale Trieste presenterà una armonica uniformità architettonica che agevolerà il traffico veicolare dei residenti e garantirà percorsi pedonali adeguati tra il centro e la stazione. Il tutto scongiurando definitivamente la sosta disordinata per i pendolari che utilizzano il treno - più volte lamentata dagli stessi residenti - grazie anche al nuovo parcheggio scambiatore posto dietro ai binari che contribuisce in maniera determinante a ridurre il flusso di auto su viale Trieste.
L’Amministrazione comunale conta, allo stesso tempo, di dare il via nel corso dell’anno al primo stralcio degli interventi previsti nelle strade del quartiere con il laboratorio di progettazione partecipata.
Si tratta, come detto, di un progetto estremamente innovativo che vede per la prima volta cittadini e Comune scegliere insieme gli interventi da eseguire.
Un progetto che punta a qualificare la stessa via XXIV maggio in prossimità dell’incrocio con viale Trieste e le strade laterali attraverso una serie di interventi che riguardano marciapiedi, aree verdi, spazi pubblici, parcheggi, illuminazione per puntare a migliorare la qualità dell’ambiente urbano in uno dei quartieri storici della città.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 17 marzo 2006 - 1384 letture

In questo articolo si parla di