Pergolesi, luogo di eccellenza per la produzione Lirico Musicale

3' di lettura 30/11/-0001 -
Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Pergolesi Spontini interviene sulla costituzione di un Polo regionale della produzione dello spettacolo dal vivo, annunciata dall’Assessore Giampiero Solari.

da Fondazione Pergolesi Spontini


In merito alle polemiche nate intorno alla costituzione di un Polo regionale della produzione dello spettacolo dal vivo, il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Pergolesi Spontini, riunitosi mercoledì 22 marzo in seduta ordinaria, invita la Regione Marche a svolgere il precipuo ruolo di programmazione e di indirizzo nella produzione dello spettacolo dal vivo, sollecitando una Legge che regolamenti il sistema lirico-sinfonico delle Marche nella sua complessa articolazione, così come rivendicata più volte dalle varie municipalità.
La Legge Regionale nell’obiettivo di dare ulteriore impulso al sistema lirico-sinfonico, ovviamente non potrà non tenere conto del patrimonio culturale esistente e delle leggi e regolamenti che a livello nazionale disciplinano da anni il settore.
Tali norme nazionali riconoscono Il Teatro Pergolesi di Jesi e lo Sferisterio di Macerata quali Teatri di Tradizione e quindi luoghi di eccellenza nelle Marche per la produzione Lirico Musicale annuale.
Il riferimento è alla Legge 14 agosto 196, n. 800, art. 28, la quale riconosce ai teatri di tradizione e alle istituzioni concertistico-orchestrali “il compito di promuovere, agevolare e coordinare attività musicali che si svolgano nel territorio delle rispettive province”. Su questa base, la stessa FORM, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, ha scelto il Teatro Pergolesi quale propria sede operativa pur avendo sede ufficiale altrove.
L’azione legislativa della Regione Marche, pertanto, non potrà prescindere da quanto lo Stato già riconosce da tempo, e cioè da un Sistema per la produzione lirico musicale che comprende per la nostra regione: 2 teatri di tradizione (Jesi e l’Arena Sferisterio di Macerata), un festival internazionale dedicato a Rossini, un festival internazionale dedicato a Pergolesi e Spontini, la lirica minore programmata in alcuni importanti teatri delle Marche, tra cui le Muse di Ancona.
Il Consiglio di Amministrazione, inoltre, rivendica per la Fondazione Pergolesi Spontini un ruolo di primo piano nel Sistema Produttivo Marche, che tenga conto dell’importanza degli obiettivi che la Fondazione medesima sta perseguendo fin dalla sua costituzione – quello di valorizzare un intero territorio, un patrimonio culturale d’eccellenza e le opere dei due grandi Autori cui è intitolata – e della coerenza dell’attività svolto fino ad oggi, anche e soprattutto nell’ambito della costituzione del sistema a “rete” e delle sinergie proficuamente avviate con numerosi Teatri della provincia di Ancona.
Un’attività inoltre che la vede impegnata in collaborazioni produttive internazionali (con Belgrado, Porto, Nizza oltre a Beaune, Halle, Rennes, ecc.) e interlocutore di enti scientifici e di ricerca che contribuiscono a qualificare le Marche nell’ambiente musicale europeo (le Università di Berlino e di Mainz in primis e le istituzioni coinvolte nel convegno di Erfurt).
Per la serietà del lavoro svolto, e per la sua importanza strategica rispetto ad un programma culturale complessivo, il CdA della Fondazione ricorda che la Regione Marche già da anni è entrata nella compagine della Fondazione Pergolesi Spontini, quale Socio Fondatore. Ufficio stampa: Simona Marini, tel. 0731. 202944 ufficiostampa@fpjesi.com





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 24 marzo 2006 - 1435 letture

In questo articolo si parla di